10.6 C
Foligno
lunedì, Aprile 22, 2024
HomeCulturaTrevi è "American friendly"

Trevi è “American friendly”

Pubblicato il 30 Marzo 2018 15:17

Tienimi informato

Rimani sempre aggiornato sui fatti del giorno

Ultimi articoli

Cade e batte la testa: 47enne portato in ospedale per un trauma cranico

L’episodio nella mattinata di lunedì 22 aprile in viale Firenze: l’uomo stava scaricando un escavatore quando ha perso l’equilibrio. Dopo aver valutato un suo trasferimento in ospedale con l’elisoccorso, l’uomo è stato portato al “San Giovanni Battista”

Violenza di genere, al Commissariato di Foligno una stanza dedicata alle vittime

In via Garibaldi allestito uno spazio per le audizioni protette, frutto della sinergia tra polizia e Soroptimist International Club Valle Umbra. Il questore Lamparelli: “Un fenomeno sommerso che richiede una grande opera di sensibilizzazione e azioni preventive”

Chiesa di Foligno in lutto per la morte di monsignor Dante Cesarini

Ordinato presbitero nel 1960, il sacerdote è stato assoluto protagonista della vita culturale e della formazione teologica della Diocesi di Foligno: per diciassette anni è stato direttore della biblioteca “Jacobilli”

“Trevi è tra le città umbre che meglio rappresentano negli Stati Uniti il ‘made in Italy’ di qualità”. Parola dell’assessore al turismo, Stefania Moccoli, che commenta così l’ultimo riconoscimento ottenuto dal borgo famoso, tra l’altro, per due eccellenze della tavola come l’olio e il sedano nero. La prestigiosa certificazione, l’ultima in ordine di tempo, di cui si è potuta fregiare Trevi è quella di città “American friendly”. A riconoscere quest’ulteriore traguardo l’associazione Borghi più belli d’Italia insieme alla Fondazione Italia-Usa. Il motivo è da ricercare “nell’efficacia – fanno sapere dal Comune – delle politiche di promozione turistica e territoriale nei confronti dei turisti americani”. Caratteristiche che, a quanto pare, Trevi può vantare con orgoglio, complice la presenza di un ufficio turistico di accoglienza con personale qualificato, oltre ad un sito internet, un App, guide e materiale promozionale della città anche in lingua inglese. “Il certificato ‘American Friendly’ – spiega a questo proposito l’assessore Moccoli – viene infatti rilasciato soltanto ai Comuni e alle aziende che dimostrano di essere particolarmente preparati e attrezzati a ospitare flussi turistici provenienti dagli Stati Uniti”. La cerimonia di consegna dell’attestato si è tenuta negli scorsi giorni. Ad intervenire il presidente dell’associazione dei “Borghi più Belli d’Italia”, Fiorello Primi, e il presidente del sodalizio umbro dei Borghi, Antonio Luna. A ritirare il certificato per l’amministrazione Sperandio è stato, invece, l’assessore Roberto Venturini. “E’ un titolo che conferma la bontà del lavoro fatto sul versante del potenziamento dell’attrattività del territorio – ha detto Venturini -. Un lavoro – ha concluso – svolto in sinergia con gli operatori del comparto turistico-ricettivo e le associazioni di volontariato.”

Articoli correlati