36.9 C
Foligno
giovedì, Luglio 18, 2024
HomeCronacaVenerdì Santo, tempo di Via Crucis: ecco gli appuntamenti da non perdere...

Venerdì Santo, tempo di Via Crucis: ecco gli appuntamenti da non perdere nel Folignate

Pubblicato il 30 Marzo 2018 14:09

Tienimi informato

Rimani sempre aggiornato sui fatti del giorno

Ultimi articoli

Vasto incendio a Poreta, per domare le fiamme anche un mezzo aereo da Ciampino

Il fuoco nella località tra i comuni di Campello sul Clitunno e Spoleto è divampato nel pomeriggio di giovedì 18 luglio rendendo necessario un ampio spiegamento di forze tra i vigili del fuoco

Vus, che succede? Anche Norcia dichiara guerra alla partecipata

La differenziata non decolla e anche alcuni primi cittadini stanno palesando il loro malcontento: dopo le critiche al bilancio, dalla Valnerina nuovo affondo

Bevagna, 40 anni di Festival della Pizza e di solidarietà

L’appuntamento con l’evento è dal 19 al 28 luglio negli impianti sportivi di Bevagna, un’iniziativa che sin dalla prima edizione ha donato parte dei ricavati alla lotta contro il cancro. In 39 anni donati 20.000 euro per la ricerca e l’attività di supporto al Centro di salute del borgo

Non è Venerdì Santo senza Via Crucis. Ripercorrere il lungo e doloroso cammino di Cristo verso la crocifissione sul monte Golgota è infatti un momento ormai talmente radicato nella cultura cattolica che, con il tempo, sia nelle città che nei borghi si è dato vita a piccole grandi rappresentazioni. Iniziative che fanno ormai parte della tradizione, rinnovandosi di anno in anno, tra le attese dei fedeli. E questo 2018 non fa eccezione. VENERDI’ SANTO – Neppure nel Folignate, dove sono veramente tanti i momenti di incontro e preghiera. A cominciare da quello di Fiamenga (ore 21) con la processione e la sacra rappresentazione della Passione di Cristo. Un appuntamento che affonda le proprie origini nel 1867 e che di volta in volta propone scenografie e testi diversi. Quest’anno verrà rappresentato il dramma sacro “Donna perchè piangi?”, che porta in scena la figura di Santa Rita da Cascia. Dalla frazione folignate di Fiamenga a quella di Colfiorito (ore 21), con una delle più suggestive processioni a cui fa da sfondo la parrocchia di Santa Maria Assunta. La processione è a carattere penitenziale e prevede la partecipazione di personaggi in costume. Sempre nella serata del Venerdì Santo, rappresentazioni della Passione di Cristo sono previste sia a Montefalco (ore 21) con la Via Crucis per le vie del borgo e a Bevagna (ore 20) con la processione del Cristo morto rappresentazione che risale agli anni Cinquanta ma le cui origini sono anteriori al 1500. I personaggi della processione, tutti rigorosamente in costume, sono i tre Crociferi, la Maddalena e la Veronica, la Confraternita della Misericordia e le tre Marie. WEEKEND DI PASQUA – Non solo Venerdì Santo, però. Sono tante anche le tradizioni religiose che si svolgeranno sabato 31 marzo e domenica primo aprile. Si parte con la Via Crucis d’Autore (30 marzo – 3 aprile) a cui fanno da sfondo i bellissimi vicoletti di Spello che, sotto la direzione del maestro Elvio Marchionni, si trasformano in una vera e propria galleria d’arte a cielo aperto. Quattordici le stazioni, ognuna indicata da un dipinto, che celebrano la Passione di Cristo, con partenza dalla chiesa di San Lorenzo ed arrivo in quella di Sant’Andrea. A Nocera Umbra, invece, l’appuntamento è con la rappresentazione storico-teatrale “Gesù. Dalla Via Crucis alla Via Crucis ( sabato 31 marzo e domenica 1 aprile). Sempre sabato 31 marzo, Montefalco (ore 22.30) ospita la “Gloria del Cristo risorto”, rievocazione a cui fa da sfondo la chiesa di Bartolomeo. Domenica primo aprile, invece, l’appuntamento è a Bevagna (ore 10.30) con la “Corsa del Cristo risorto” per le vie del borgo, dalla chiesa del Seminario a quella di San Michele. Nel pomeriggio dello stesso giorno (ore 16.30), infine, la città delle Gaite ospita la “Richinata”, ossia l’incontro tra le statue del Cristi e della Madonna. Chiude il cerchio, il lunedì dell’’Angelo,

Articoli correlati