10.8 C
Foligno
domenica, Maggio 26, 2024
HomeCulturaLa stagione teatrale di Foligno si chiude con “Tropicana”

La stagione teatrale di Foligno si chiude con “Tropicana”

Pubblicato il 22 Aprile 2023 10:55 - Modificato il 5 Settembre 2023 10:02

Tienimi informato

Rimani sempre aggiornato sui fatti del giorno

Ultimi articoli

Foligno, aggredisce i poliziotti intervenuti per sedare la lite

La polizia ha arrestato un trentatreenne per resistenza e violenza a pubblico ufficiale. L'episdio è avvenuto nella serata di venerdì 24 maggio in un'abitazione del centro storico

“Dillo con un fiore”, Regione Umbria e Slovenia insieme per coltivare la biodiversità

In regione sono oltre 3.500 gli apicoltori per un totale di 50mila alveari. In un incontro a Villa Umbra azioni ed esperienze per tutelare le api e salvaguardare gli ecosistemi

A Spello un weekend all’insegna della stand-up comedy, danza e musica con Strabismi

Decima edizione per la rassegna che vede alla direzione artistica Alessandro Sesti, nata con il duplice obiettivo di dare spazio e sostenere i giovani artisti ed al contempo riavvicinare il pubblico al teatro

Termina la stagione teatrale 2022/23 a Foligno, realizzata dal Teatro Stabile dell’Umbria, in collaborazione con l’amministrazione comunale. Venerdì 28 aprile, alle 21, al Teatro San Carlo, va in scena “Tropicana” di Frigoproduzioni, un’etichetta di produzione artistica che indaga i fallimenti del contemporaneo con feroce determinazione. 

Sul palco Francesco Alberici, Salvatore Aronica, Claudia Marsicano e Daniele Turconi. La drammaturgia è curata da Francesco Alberici.

Tropicana è un brano del “Gruppo Italiano”: dopo aver dominato le classifiche dell’estate 1983, diventa un brano simbolo dell’estate, un inno alla spensieratezza e ballo di gruppo per eccellenza. Ma di cosa parla questa canzone? Se anche l’opera d’arte deve attenersi e rispondere alle logiche del mercato, come ogni altro “prodotto”, quali diventano gli obiettivi dell’artista e entro quali margini di libertà a questo è dato di operare? Utilizzando il brano e l’esperienza del “Gruppo Italiano”, lo spettacolo apre una riflessione sul rapporto tra arte e mercato. Sul palco l’identità della compagnia si sovrappone a quella del “Gruppo Italiano”, in un cortocircuito tra identità reali e immaginarie, in cui ogni interprete sembra fare “outing” delle proprie debolezze, vigliaccherie e speranze. 

“Tropicana” è una lenta immersione negli abissi, alla ricerca del nero che è sempre nascosto dentro un involucro colorato, e del punto di contatto tra quel nero e questo attuale che ci sommerge.

È possibile prenotare telefonicamente al botteghino telefonico regionale del Teatro Stabile dell’Umbria 075 57542222, dal lunedì al sabato dalle 17 alle 20. 

Acquisto online sul sito www.teatrostabile.umbria.it.

Articoli correlati