7.5 C
Foligno
venerdì, Aprile 19, 2024
HomePoliticaUna mozione contro l’abbandono di nastri colorati e il lancio di palloncini...

Una mozione contro l’abbandono di nastri colorati e il lancio di palloncini e coriandoli

Pubblicato il 12 Dicembre 2023 15:41

Tienimi informato

Rimani sempre aggiornato sui fatti del giorno

Ultimi articoli

Firenze, si conclude l’era Betori: il nuovo arcivescovo è don Gherardo Gambelli

Dopo aver accettato la rinuncia al governo pastorale del cardinale folignate, Papa Francesco ha nominato il suo successore: 55 anni, dal 2011 al 2022 è stato missionario in Ciad. Lo scorso anno il ritorno nel capoluogo toscano come parroco della Madonna della Tosse

“Evento politico” nella sede di Sviluppumbria: Pd e M5S insorgono

I “dem” Meloni e Bori pronti a depositare un’interrogazione in Regione sull’incontro dedicato alla tutela del “made in Italy” promosso da Fratelli d’Italia. A far sentire la propria voce anche il pentastellato De Luca: “Grave sbavatura istituzionale”

Dal Mic quasi 3,5 milioni per l’Umbria: ci sono anche Cannara e Spello

Il Piano triennale per le opere pubbliche interesserà in Umbria ventinove interventi. Dai musei all'archeologia, i fondi non saranno però destinati alle biblioteche

Una mozione contro l’abbandono di nastri colorati, come quelli utilizzati per delimitare cantieri o aree particolari, e il lancio di palloncini in gomma o coriandoli in plastica durante manifestazioni o celebrazioni. Il documento “plastic free” porta la firma del consigliere comunale di Foligno 2030, Mario Gammarota. E la richiesta avanzata è quella che l’amministrazione comunale si adoperi “con ordinanze o altri strumenti previsti dalla legge, entro 30 giorni dall’approvazione della mozione da parte del Consiglio comunale” che vietino, appunto, l’utilizzo nastri, palloncini o coriandoli, prevenendo così il rischio che si disperdano nell’ambiente, sia sul suolo che nelle acque, ma anche per scongiurare il pericolo che possano essere “ingeriti dagli animali causandone la morte”. Un divieto da estendere tanto nell’allestimento di cantieri o, come detto, per delimitare determinate aree quanto in occasione di manifestazioni o celebrazioni. Questo perché, come sottolineato da Gammarota, “studi effettuati a livello internazionale hanno dimostrato le conseguenze dannose dei frammenti di palloncini e nastri colorati nell’ambiente”. Una richiesta, quella dell’esponente di Foligno 2030, che prende le parti anche da quella che ricorda essere “la volontà di questa amministrazione ad essere in concreto un Comune ‘plastic free’ e a voler incentivare ogni azione volta a tutelare e salvaguardare il patrimonio ambientale e faunistico e promuovere ogni attività di ‘conservazione’ del territorio”.

Articoli correlati