11.3 C
Foligno
venerdì, Aprile 19, 2024
HomePoliticaCriticità in via Nazario Sauro, scatta l'interrogazione

Criticità in via Nazario Sauro, scatta l’interrogazione

Pubblicato il 22 Dicembre 2023 16:09

Tienimi informato

Rimani sempre aggiornato sui fatti del giorno

Ultimi articoli

Firenze, si conclude l’era Betori: il nuovo arcivescovo è don Gherardo Gambelli

Dopo aver accettato la rinuncia al governo pastorale del cardinale folignate, Papa Francesco ha nominato il suo successore: 55 anni, dal 2011 al 2022 è stato missionario in Ciad. Lo scorso anno il ritorno nel capoluogo toscano come parroco della Madonna della Tosse

“Evento politico” nella sede di Sviluppumbria: Pd e M5S insorgono

I “dem” Meloni e Bori pronti a depositare un’interrogazione in Regione sull’incontro dedicato alla tutela del “made in Italy” promosso da Fratelli d’Italia. A far sentire la propria voce anche il pentastellato De Luca: “Grave sbavatura istituzionale”

Dal Mic quasi 3,5 milioni per l’Umbria: ci sono anche Cannara e Spello

Il Piano triennale per le opere pubbliche interesserà in Umbria ventinove interventi. Dai musei all'archeologia, i fondi non saranno però destinati alle biblioteche

La situazione di via Nazario Sauro torna sotto i riflettori. E lo fa attraverso un’interrogazione a risposta orale presentata dal consigliere comunale Mario Gammarota (Foligno 2030) e inviata al sindaco Stefano Zuccarini, al presidente del consiglio comunale Lorenzo Schiarea e all’assessore ai lavori pubblici, Riccardo Meloni. Partendo dalle premesse legate al Pums (Piano urbano mobilità sostenibile), il consigliere Gammarota sottolinea le revisioni alla viabilità effettuate in quella via, come il doppio senso di circolazione. Revisioni che, rimarca Gammarota dovevano prevedere anche “il progetto di una pista ciclabile”. Ed è al tratto di pista ciclabile che attraversa il parcheggio sottostante i Canapé che l’esponente di minoranza chiede a Zuccarini e Meloni “come mai la pista finisce alle scalette del parco, dove lo slargo spesso diventa parcheggio abusivo delle auto” e se siano previsti “paletti parapedonali o barriere d’arresto”. Diversi i quesiti posti da Gammarota: “La pista già costruita, eliminando anche una parte di verde urbano, non risulta essere troppo stretta per pedoni e ciclisti insieme? – si chiede il rappresentante di Foligno 2030 -. Non sarebbe stato più consono allargarla visto che comunque lo spazio per il parcheggio delle auto non risentirebbe di tale allargamento?”. Da parte di Gammarota anche la richiesta di panchine nell’area, così come se i pali della luce e i cartelli siano posti a distanza di legge. Altro quesito proposto nell’interrogazione riguarda il futuro del mercato e se la pista ciclabile continuerà verso il Plateatico e il Ponte nuovo.

Articoli correlati