12.3 C
Foligno
martedì, Aprile 16, 2024
HomePoliticaCriticità in via Nazario Sauro, scatta l'interrogazione

Criticità in via Nazario Sauro, scatta l’interrogazione

Pubblicato il 22 Dicembre 2023 16:09

Tienimi informato

Rimani sempre aggiornato sui fatti del giorno

Ultimi articoli

In centinaia per dire “no” ai motori sui sentieri

La manifestazione, organizzata dal Cai della regione Umbria, ha coinvolto numerosi cittadini e alcuni esponenti delle istituzioni, che hanno ribadito la contrarietà all’emendamento che liberalizza il transito dei veicoli in montagna

Passaporti, anche a Foligno scattano le nuove modalità

Da mercoledì 17 aprile le prenotazioni, effettuabili solamente online, vedranno gli uffici del commissariato aumentare la loro disponibilità per quanto riguarda giorni e orari. Ecco come fare

Il vino che fa bene all’arte: duemila bottiglie Caprai restaureranno la chiesa di Bevagna

Torna l'iniziativa del produttore montefalchese in favore dei beni culturali del territorio. La speciale etichetta è disegnata dal maestro Luigi Frappi

La situazione di via Nazario Sauro torna sotto i riflettori. E lo fa attraverso un’interrogazione a risposta orale presentata dal consigliere comunale Mario Gammarota (Foligno 2030) e inviata al sindaco Stefano Zuccarini, al presidente del consiglio comunale Lorenzo Schiarea e all’assessore ai lavori pubblici, Riccardo Meloni. Partendo dalle premesse legate al Pums (Piano urbano mobilità sostenibile), il consigliere Gammarota sottolinea le revisioni alla viabilità effettuate in quella via, come il doppio senso di circolazione. Revisioni che, rimarca Gammarota dovevano prevedere anche “il progetto di una pista ciclabile”. Ed è al tratto di pista ciclabile che attraversa il parcheggio sottostante i Canapé che l’esponente di minoranza chiede a Zuccarini e Meloni “come mai la pista finisce alle scalette del parco, dove lo slargo spesso diventa parcheggio abusivo delle auto” e se siano previsti “paletti parapedonali o barriere d’arresto”. Diversi i quesiti posti da Gammarota: “La pista già costruita, eliminando anche una parte di verde urbano, non risulta essere troppo stretta per pedoni e ciclisti insieme? – si chiede il rappresentante di Foligno 2030 -. Non sarebbe stato più consono allargarla visto che comunque lo spazio per il parcheggio delle auto non risentirebbe di tale allargamento?”. Da parte di Gammarota anche la richiesta di panchine nell’area, così come se i pali della luce e i cartelli siano posti a distanza di legge. Altro quesito proposto nell’interrogazione riguarda il futuro del mercato e se la pista ciclabile continuerà verso il Plateatico e il Ponte nuovo.

Articoli correlati