25.1 C
Foligno
venerdì, Aprile 12, 2024
HomeAttualitàCapodanno, il Paiper si prepara a far ballare Foligno

Capodanno, il Paiper si prepara a far ballare Foligno

Pubblicato il 29 Dicembre 2023 10:31

Tienimi informato

Rimani sempre aggiornato sui fatti del giorno

Ultimi articoli

Raccolta indiscriminata di prugnoli: maxi sanzione a Foligno

Un cercatore è stato trovato in possesso di ben 230 funghi sotto misura. Fatto analogo a Valtopina, dove i carabinieri forestali sono intervenuti per sequestrare e distruggere il frutto del raccolto

Una “Lettera alla città” per combattere la povertà educativa a Foligno

Il progetto prevede la realizzazione e il potenziamento di iniziative formative che coinvolgeranno una platea di circa 2mila ragazzi tra i 5 e i 14 anni. A promuoverlo la Diocesi in collaborazione con la Fondazione San Domenico da Foligno e la cooperativa Densa

Dieci anni senza Omero Savina: in due incontri il suo amore per la montagna

Valle Umbra Trekking dedicherà alla figura di uno dei punti di riferimento del trekking italiano diverse iniziative. Si parte sabato all'ex chiesa dell'Annunziata per scoprire il significato dei cammini nella storia. Domenica escursione a Pale

Ultimi preparativi a Foligno in vista del doppio concerto di Capodanno con cui la città saluterà il 2023 e darà il benvenuto al 2024. Quest’anno, da una location nuova: non più da piazza della Repubblica – in parte occupata dal cantiere per i lavori alla cattedrale di San Feliciano -, ma, come annunciato nelle scorse settimane, dalla vicina piazza San Domenico. Due gli appuntamenti in cartellone per gli amanti della musica e del divertimento, entrambi firmati dal Paiper Festival. Ed è proprio “Paiper New Year”, il nome scelto per scandire il passaggio dal 2023 al 2024. La prima serata di musica e spettacolo è in programma per sabato 30 dicembre e vedrà salire sul palco allestito per l’occasione artisti umbri come Bandiera Gialla, Moà, Roberto Giglioni e Victoria. L’ultima notte dell’anno, invece, a calcare la scena folignate, facendo ballare il pubblico di piazza San Domenico, sarà lo storico gruppo dei Boney M con i suoi cantanti e ballerini caraibici. Di fatto, l’unica italiana quella di Foligno, come aveva sottolineato in occasione della presentazione dell’evento Carlo Delicati, tra gli organizzatori del Capodanno.

L’accesso alla piazza sarà libero ed è previsto un pass per coloro che decideranno di trascorrere il cenone di Capodanno in uno dei locali del centro e che potranno richiederlo direttamente ai ristoratori. La piazza, infatti, potrà contenere tra le 5mila e le 6mila persone, così come stabilito da disposizioni della Prefettura. A vigilare che tutto si svolga in maniera corretta e in sicurezza saranno degli addetti alla vigilanza che, dotati di contapersone, presidieranno le vie di accesso alla piazza. Per entrambe le serate, inoltre, è stato predisposto un servizio di ordine pubblico interforze, coordinato dal Commissariato di polizia, vedrà in campo oltre agli agenti di via Garibaldi, anche carabinieri, guardia di finanza e il personale della polizia locale. A questi ultimi spetterà, inoltre, la gestione della viabilità. Obiettivo dichiarato prevenire e contrastare possibili criticità, con riferimento tanto a eventuali episodi di violenza quanto alle conseguenze derivanti dall’introduzione in piazza di oggetti pericolosi.

E proprio su questo fronte nelle scorse ore è stata pubblicata l’ordinanza, a firma del sindaco Zuccarini, che vieta dalle 20 del 30 dicembre alle 1 del giorno successivo e di nuovo dalle 20 del 31 dicembre fino alle 5 del primo gennaio la vendita, in tutto il centro storico, di bevande alcoliche o analcoliche e di qualsiasi altro prodotto alimentare in recipienti di vetro o metallici. Previsto, inoltre, il divieto di introdurre in piazza San Domenico recipienti di vetro o alluminio contenenti bevande alcoliche o analcoliche o prodotti alimentari, ma anche petardi, mortaretti, giochi pirotecnici, oggetti e attrezzature ingombranti o pericolosi. Pena una sanzione amministrativa pecuniaria da 80 a 500 euro ed una sanzione amministrativa accessoria con la confisca degli oggetti vietati. 

Articoli correlati