11.3 C
Foligno
venerdì, Aprile 19, 2024
HomeCronacaFurti a Foligno, la polizia intensifica i controlli

Furti a Foligno, la polizia intensifica i controlli

Pubblicato il 22 Gennaio 2024 17:25

Tienimi informato

Rimani sempre aggiornato sui fatti del giorno

Ultimi articoli

Firenze, si conclude l’era Betori: il nuovo arcivescovo è don Gherardo Gambelli

Dopo aver accettato la rinuncia al governo pastorale del cardinale folignate, Papa Francesco ha nominato il suo successore: 55 anni, dal 2011 al 2022 è stato missionario in Ciad. Lo scorso anno il ritorno nel capoluogo toscano come parroco della Madonna della Tosse

“Evento politico” nella sede di Sviluppumbria: Pd e M5S insorgono

I “dem” Meloni e Bori pronti a depositare un’interrogazione in Regione sull’incontro dedicato alla tutela del “made in Italy” promosso da Fratelli d’Italia. A far sentire la propria voce anche il pentastellato De Luca: “Grave sbavatura istituzionale”

Dal Mic quasi 3,5 milioni per l’Umbria: ci sono anche Cannara e Spello

Il Piano triennale per le opere pubbliche interesserà in Umbria ventinove interventi. Dai musei all'archeologia, i fondi non saranno però destinati alle biblioteche

Si intensificano i controlli della polizia a Foligno per prevenire il fenomeno dei furti, ma anche per il contrasto ai reati predatori in genere. Come sempre, in campo le volanti del Commissariato di via Garibaldi, diretto dal vice questore aggiunto Adriano Felici, ma anche i colleghi del Reparto prevenzione crimine Umbria e Marche che hanno passato al setaccio le principali vie d’accesso alla città. In particolare, nella settimana che si è appena conclusa, i controlli hanno interessato le vie del centro storico, così da scongiurare anche il rischio di scippi e rapine e per arginare fenomeni di disturbo della quiete pubblica, ma anche le aree periferiche. In particolare, i poliziotti hanno pattugliato la zona della Paciana e le frazioni di Fiamenga, Borroni e Sant’Eraclio. In totale sono state 199 le persone identificate e 77 i veicoli sottoposti a controllo. Monitorati anche sei esercizi pubblici dove, come di consueto, gli agenti della Polizia di Stato hanno proceduto all’identificazione dei clienti al fine di accertare l’eventuale presenza di pregiudicati, e hanno effettuato tutte quelle verifiche di natura amministrativa che servono a valutare il rispetto delle norme previste dal Tulps, con particolare attenzione al divieto di somministrazione di alcol a minori.

Articoli correlati