10.6 C
Foligno
lunedì, Aprile 22, 2024
HomeCronacaFoligno, manomette i contatori del gas e rischia di far esplodere le...

Foligno, manomette i contatori del gas e rischia di far esplodere le Poste

Gli agenti della polizia locale hanno fermato un 43enne, accusato di aver tranciato i cavi di alcune telecamere di sicurezza e che potrebbe essere colui che ha violato i contatori. V-Reti Gas: “Interessate anche alcune abitazioni”

Pubblicato il 22 Febbraio 2024 18:05 - Modificato il 23 Febbraio 2024 12:45

Tienimi informato

Rimani sempre aggiornato sui fatti del giorno

Ultimi articoli

Cade e batte la testa: 47enne portato in ospedale per un trauma cranico

L’episodio nella mattinata di lunedì 22 aprile in viale Firenze: l’uomo stava scaricando un escavatore quando ha perso l’equilibrio. Dopo aver valutato un suo trasferimento in ospedale con l’elisoccorso, l’uomo è stato portato al “San Giovanni Battista”

Violenza di genere, al Commissariato di Foligno una stanza dedicata alle vittime

In via Garibaldi allestito uno spazio per le audizioni protette, frutto della sinergia tra polizia e Soroptimist International Club Valle Umbra. Il questore Lamparelli: “Un fenomeno sommerso che richiede una grande opera di sensibilizzazione e azioni preventive”

Chiesa di Foligno in lutto per la morte di monsignor Dante Cesarini

Ordinato presbitero nel 1960, il sacerdote è stato assoluto protagonista della vita culturale e della formazione teologica della Diocesi di Foligno: per diciassette anni è stato direttore della biblioteca “Jacobilli”

Manomette i contatori del gas delle Poste e rischia di far esplodere l’edificio. L’autore del gesto potrebbe essere il 43enne che, a Foligno, è stato fermato nella mattinata di giovedì 22 febbraio dagli agenti della polizia locale. Di certo c’è la comunicazione di V-Reti Gas che ha segnalato come, alle Poste centrali di via Piermarini, una tubazione scollegata per lavori interni ha iniziato a rilasciare gas dopo che “alcuni individui” hanno riaperto il contatore manomettendolo e saturando l’intero edificio e i sotterranei. “Una situazione di altissimo pericolo – dicono da V-Reti Gas – che poteva causare una deflagrazione di fortissima entità, tanto che è stato necessario anche l’intervento dei vigili del fuoco”. Il fatto è avvenuto nella giornata di mercoledì 21 febbraio.

Ma nella notte a cavallo tra il 20 e il 21 febbraio, sempre rispetto a quanto riportato da V-Reti Gas, sono stati arbitrariamente chiusi i contatori del gas di alcune abitazioni, generando inconvenienti a diversi clienti dell’azienda stessa. “In alcuni casi – spiegano – sono state chiuse anche le valvole interne degli impianti, sulle quali non è possibile intervenire per V Reti Gas, in quanto di proprietà del cliente”.

Le zone del comune di Foligno per ora interessate sono tutte nella zona del centro storico e, nello specifico: via Benatucci, via Oberdan, via dell’Oratorio, via Mazzini, via Cairoli, piazza del Grano, via Istituto Denti. Ed è per questo che l’azienda che risponde a Vus invita a segnalare qualsiasi anomalia alle forze dell’ordine e al servizio del pronto intervento (800-904366).

Tornando al 43enne fermato e denunciato dagli agenti della polizia locale, sarebbe il responsabile del danneggiamento di alcune telecamere di videosorveglianza pubblica, come quelle in piazza Matteotti e di un altro paio tra via XX Settembre e via Gramsci. Il personale del Comando di viale Marconi è riuscito a fermare il 43enne grazie alla sinergia tra la centrale operativa, che seguiva l’uomo proprio attraverso le telecamere, e gli agenti che lo hanno fermato in centro.

Fabio Luccioli
Fabio Luccioli
Direttore di Radio Gente Umbra e Gazzetta di Foligno

Articoli correlati