12.4 C
Foligno
lunedì, Aprile 22, 2024
HomeCulturaTra mostre e incontri, al via il programma di eventi della Fondazione...

Tra mostre e incontri, al via il programma di eventi della Fondazione Carifol

A Foligno il 2024 sarà scandito da appuntamenti che spazieranno dall’arte all’architettura, passando per la fotografia e laboratori dedicati a famiglie e scuole. Tra le novità annunciate dalla presidente Sassi anche un progetto editoriale e l’acquisto di un’opera di Paul Jenkins

Pubblicato il 3 Marzo 2024 14:28 - Modificato il 5 Marzo 2024 11:01

Tienimi informato

Rimani sempre aggiornato sui fatti del giorno

Ultimi articoli

Violenza di genere, al Commissariato di Foligno una stanza dedicata alle vittime

In via Garibaldi allestito uno spazio per le audizioni protette, frutto della sinergia tra polizia e Soroptimist International Club Valle Umbra. Il questore Lamparelli: “Un fenomeno sommerso che richiede una grande opera di sensibilizzazione e azioni preventive”

Chiesa di Foligno in lutto per la morte di monsignor Dante Cesarini

Ordinato presbitero nel 1960, il sacerdote è stato assoluto protagonista della vita culturale e della formazione teologica della Diocesi di Foligno: per diciassette anni è stato direttore della biblioteca “Jacobilli”

Zuccarini lancia la campagna elettorale con “Foligno in testa”

Tra il bilancio dei cinque anni di governo e “frecciatine” all’opposizione, dall’auditorium “Santa Caterina” ha preso il via la corsa al secondo mandato dell’attuale sindaco. Presenti gli esponenti delle forze politiche e civiche della coalizione del centrodestra

Ha preso ufficialmente il via nel pomeriggio di sabato, con l’inaugurazione della mostra “Costruzione dell’universo. Artist’s Magazine and publications after Marcel Duchamp”, il programma di mostre, incontri, laboratori didattici e conferenze messo a punto dalla Fondazione Cassa di Risparmio di Foligno.

Un programma che la presidente Monica Sassi ha apostrofato come “strutturato e articolato” pensato con l’obiettivo di fornire iniziative di qualità che vedano l’Ente di palazzo Cattani soggetto attivo nella promozione culturale del territorio. Uscendo, di fatto, dalle più tradizionali iniziative “per provare ad offrire – ha sottolineato la presidente Sassi – esperienze diverse dalle arti raffigurative, con la promozione ad esempio si mostre fotografiche ospitate in spazi come quello dei Casalini Medievali o ancora con l’avvio di un progetto editoriale che vedrà la realizzazione di un catalogo delle mostre, quaderni di approfondimento e un giornale del contemporaneo che possa coinvolgere anche giovani autori”.

Insomma, un ventaglio di eventi che andrà a fare il paio con i numeri sempre più in crescita per ciò che riguarda le presenze nei due poli museali del Ciac e dell’ex Chiesa della Santissima Trinità in Annunziata. “Abbiamo registrato un incremento di circa il 10% – ha sottolineato a questo proposito Monica Sassi -: un dato importante che riguarda tutte le categorie dei biglietti, sia quelli interi che ridotti, con un’attenzione quindi a quelle categorie che possono usufruire di facilitazioni per gli ingressi che ci rendono molto soddisfatti”.

A tutto questo si aggiungerà, come annunciato dalla presidente della Fondazione Carifol, anche l’acquisto di un’opera di Paul Jenkins, la cui mostra ospitata al Ciac di via del Campanile si è conclusa da poco, arricchendo così la collezione permanente dell’Ente.

Ad illustrare le iniziative artistiche, con riferimento alle mostre e agli incontri “Arte al presente. Racconti sul contemporaneo” sono stati il consigliere della Fondazione Carifol, l’architetto Emanuele De Donno, e il direttore artistico del Ciac, Italo Tomassoni. Tre in particolare gli appuntamenti espositivi in via del Campanile: oltre alla mostra inaugurata nel pomeriggio di sabato, dal titolo Costruzione dell’Universo. Artist’s Magazines ed publications after Marcel Du Champs” ospitata al Centro italiano di arte contemporanea fino al 5 maggio prossimo, previste anche le esposizioni “Viaggio ai confini della mente” di Vettor Pisani (25 maggio – 29 settembre) e “La verità in pittura” di Claudio Verna (26 ottobre – 12 gennaio).

Passando agli incontri “Arte al presente”, anche su questo fronte sono tre gli eventi organizzati nell’ex Chiesa della Santissima Trinità in Annunziata. Il primo si è tenuto il 22 febbraio scorso: ospite Francesco Spampinato per un incontro dal titolo “Vinili visivi. La storia dell’arte contemporanea attraverso i dischi d’artista”. A questo, seguiranno quelli del 19 aprile (ore 17) con Alberto Dambruoso su “I Martedì Critici. La storia degli incontri con i protagonisti del contemporaneo” e del 21 giugno (ore 17) con Matteo Balduzzi su “Il museo di fotografia”. 

In agenda, poi, i laboratori didattici del Ciac Lab dedicati alle famiglie e alle scuole, presentati da Francesca Brozzi di Maggioli Cultura. Iniziative che si legano alle mostre che saranno via via ospitate al Ciac. Si parte il 24 marzo (ore 16) con un evento correlato all’esposizione “Costruzione dell’Universo” e si proseguirà il 9 giugno (ore 16) per quello dedicato alla mostra di Vettor Pisani, per poi concludere il primo dicembre con il laboratorio relativo alla mostra di Claudio Verna. Appuntamenti laboratoriali anche all’ex Chiesa della Santissima Trinità in Annunziata che ospita la Calamità Cosmica di Gino De Dominicis. In questo caso, due le iniziative: il laboratorio didattico narrativo dedicato alle scuole dal titolo “A.I. Arte immortale” (su prenotazione) e “Calamita Cosmica Escape Room” pensata per gruppi e famiglie e in calendario per l’11 e il 12 ottobre prossimi. 

Infine, il ciclo di conferenze “Territorio, città e architettura”, presentato dal vicepresidente della Fondazione Carifol, Paolo Verducci, che si terrà nell’ex Chiesa della Santissima Trinità in Annunziata. Cinque gli incontri in agenda: il 15 marzo (ore 17) con lo storico Attili Petruccioli su “La teoria dei crinali e la formazione del paesaggio umbro. Il caso Bevagna”; il 30 maggio (ore 17) con l’archeologo Gianluca Grassigli su “Le centuriazioni della valle umbra: viabilità storica e città di fondazione”; il 13 giugno (ore 17) con l’architetto e storico Miro Virili su “Idra. L’opera della cascata tra archeologia, storia e cultura industriale”; il 18 ottobre (ore 17) con Saverio Strum, professore associato di storia dell’architettura dell’Università di Roma 3, su “Foligno. I palazzi e la città dal Rinascimento al Neoclassico”; infine, il 22 novembre (ore 17) con l’architetto Marisa Tabarrini su “Alla scuola del Vanvitelli: Carlo Murena e i cantieri in terra umbra”. 

Articoli correlati