5.7 C
Foligno
venerdì, Aprile 19, 2024
HomeCronacaI cittadini ribadiscono il “no” alla Variante intermedia sud

I cittadini ribadiscono il “no” alla Variante intermedia sud

Nuovo incontro venerdì sera del Comitato contrario al progetto proposto, che modifica quello previsto dal Prg. Martedì assemblea pubblica organizzata dal Comune di Foligno

Pubblicato il 18 Marzo 2024 18:36 - Modificato il 19 Marzo 2024 13:43

Tienimi informato

Rimani sempre aggiornato sui fatti del giorno

Ultimi articoli

Firenze, si conclude l’era Betori: il nuovo arcivescovo è don Gherardo Gambelli

Dopo aver accettato la rinuncia al governo pastorale del cardinale folignate, Papa Francesco ha nominato il suo successore: 55 anni, dal 2011 al 2022 è stato missionario in Ciad. Lo scorso anno il ritorno nel capoluogo toscano come parroco della Madonna della Tosse

“Evento politico” nella sede di Sviluppumbria: Pd e M5S insorgono

I “dem” Meloni e Bori pronti a depositare un’interrogazione in Regione sull’incontro dedicato alla tutela del “made in Italy” promosso da Fratelli d’Italia. A far sentire la propria voce anche il pentastellato De Luca: “Grave sbavatura istituzionale”

Dal Mic quasi 3,5 milioni per l’Umbria: ci sono anche Cannara e Spello

Il Piano triennale per le opere pubbliche interesserà in Umbria ventinove interventi. Dai musei all'archeologia, i fondi non saranno però destinati alle biblioteche

“Foligno ha bisogno di trasparenza e partecipazione”. Con queste parole Luigi Casini, ha aperto l’incontro organizzato dal Comitato contrario alla Variante intermedia sud, svoltosi venerdì sera nella sala parrocchiale della chiesa di San Paolo Apostolo. Il portavoce del Comitato ha quindi ripercorso il progetto di un’opera più volte apostrofata “troppo grande per il contesto” in cui verrebbe realizzata. Una strada che, così come progettata allo stato attuale, in variante a quella prevista dall’attuale Prg, “taglierebbe” diverse frazioni e territori. L’arteria avrebbe ricadute anche sui comuni limitrofi. È per questo motivo che, al’incontro, è stata chiesta la partecipazione anche dei sindaci delle città attorno Foligno. Presenti quelli di Bevagna e Cannara, Annarita Falsacappa e Fabrizio Gareggia. Con loro anche diversi consiglieri comunali folignati e consiglieri regionali. A prendere la parola sono stati anche i candidati a sindaco Mauro Masciotti (centrosinistra) ed Enrico Presilla (Alternativa popolare). Sotto il profilo tecnico, a spiegare l’opera è stato Francesco Bartoli della Consulta comunale per la mobilità sostenibile, che ha evidenziato alcune criticità legate alla sua realizzazione, come le pesanti modifiche agli attuali percorsi ciclopedonali, oppure la creazioni di parti rialzate, come nella zona della Tronca, e il ponte sul Topino lungo 240 metri che sovrasterà la frazione di Cave. Per Alessandro Petruzzi di Federconsumatori si tratta di un “progetto non sostenibile”, mentre il professor Alfonso Russi ha sottolineato l’importanza della partecipazione. Intanto per martedì 19 marzo, alle 18, è previsto un nuovo incontro pubblico. Questa volta ad organizzarlo è il Comune di Foligno, nella sala Faloci Pulignani di palazzo Trinci.

Articoli correlati