22.3 C
Foligno
martedì, Maggio 28, 2024
HomePoliticaElezioni, Progetto Spello annuncia i candidati. A Campello passo indietro di Grullini

Elezioni, Progetto Spello annuncia i candidati. A Campello passo indietro di Grullini

Pubblicato il 2 Maggio 2024 15:48

Tienimi informato

Rimani sempre aggiornato sui fatti del giorno

Ultimi articoli

Una Madonna con bambino per lo speciale annullo filatelico delle Infiorate

A realizzare la cartolina “Strappo n. 943. Omaggio a Spello” l’artista “di casa” Elvio Marchionni, che ha scelto di simboleggiare la religiosità e la delicatezza del tradizionale evento e le nuove generazioni da cui dipende il suo futuro

Quintana, domenica le prove ufficiali: inizia La Mora

L’ordine di partenza per l’ultimo test dei binomi prima della Sfida di metà giugno è stato sorteggiato durante la Cena Grande. Prime prove ufficiali per Mario Cavallari del Morlupo e Lorenzo Savini del Croce Bianca al loro esordio alla Giostra

Dalle parrocchie di Foligno e Assisi alla Quintanella di Scafali: in quasi 200 per la Gmb

Le due città umbre hanno risposto presente alla chiamata di Papa Francesco per la prima Giornata mondiale dei bambini ospitata allo stadio Olimpico di Roma. Per la piccola Vittoria di 9 anni anche l’incontro con il Santo Padre

La lista Progetto Spello è pronta a presentare il candidato sindaco Simone Tili e a svelare alla cittadinanza i nomi degli aspiranti consiglieri. L’appuntamento è per sabato 4 maggio, alle 18.30, alla Chiesa Tonda Resort a Spello e vedrà presenti personaggi del mondo del giornalismo, dell’enogastronomia, della cultura, ma anche imprenditori, rappresentanti politici, autorità regionali e nazionali. Tra gli ospiti anche il giornalista Carlo Cambi, fondatore de I Viaggi di Repubblica, tra i promotori del Movimento turismo del vino e autore delle guide del Gambero rozzo e del Mangiarozzo.

“La squadra di Progetto Spello – annuncia il candidato sindaco Simone Tili – è pronta a raccontare la propria visione progettuale di una città che deve proiettarsi nel futuro, ma mantenere quelle solide radici culturali che hanno costruito un passato fatto di identità e tradizioni che non vogliamo perdere”. Secondo quanto sottolineato da Tili, il programma amministrativo è “il frutto di un dialogo che non si è mai interrotto con la cittadinanza”. “La nostra squadra – ha quindi aggiunto il candidato di centrodestra – è composta da persone che vivono e conoscono bene il territorio, la storia, le persone, le dinamiche, le esigenze e soprattutto i problemi. Abbiamo scelto di scendere in politica portando nel Progetto Spello ognuno le proprie competenze e professionalità acquisite, che metteremo a disposizione della cittadinanza. Facciamo politica per spirito di servizio verso la comunità, non per avere un posto di lavoro. Siamo diversi – ha così concluso – da tutte le logiche politiche precedentemente viste a Spello”.

Fabiana Grullini

Per un candidato sindaco che continua la propria corsa a palazzo comunale, ce n’è però un altro che invece fa un passo indietro. È il caso di Fabiana Grullini, che solo poche settimane fa aveva annunciato la propria discesa in campo sempre tra le fila del centrodestra ma per il Comune di Campello sul Clitunno. Nelle scorse ore, infatti, è arrivato il ritiro. “Il riassunto – ha spiegato in un post sui social – è che non mi candido perché è necessario un gesto distensivo”. Un decisione maturata, secondo quanto dichiarato dall’ormai ex candidata sindaco, “per tanti motivi ma soprattutto perché – ha detto – queste settimane fatte di colpi sfiancanti stanno avendo ripercussioni anche sulla mia vita e sul mio benessere personale. Sapevo che sarebbe stato difficile senza certe benedizioni ma al contempo non pensavo che sarebbero arrivati tanti colpi bassi verso di me, tante bugie, tante inesattezze, tante cattiverie”. Da qui, dunque, la scelta di fare un passo indietro. “Non è questo il momento adatto a profondere in modo produttivo la mia volontà di impegnarmi – ha così aggiunto -. Forse lo sarà più avanti ma oggi, per le condizioni esistenti, non è utile incaponirsi su un terreno diventato tanto arido e spesso impraticabile”. 

Articoli correlati