18.9 C
Foligno
giovedì, Giugno 13, 2024
HomeAttualitàGli anziani al centro delle priorità dei futuri sindaci: l’appello di Uil...

Gli anziani al centro delle priorità dei futuri sindaci: l’appello di Uil in vista delle elezioni

Elisa Leonardi chiede il “coinvolgimento attivo delle amministrazioni locali per costruire insieme bilanci e strumenti per risolvere le problematiche esistenti”. Tra le criticità segnalate l’accesso ai servizi, mobilità, solitudine e difficoltà nel sostentamento

Pubblicato il 27 Maggio 2024 12:27 - Modificato il 28 Maggio 2024 09:12

Tienimi informato

Rimani sempre aggiornato sui fatti del giorno

Ultimi articoli

Dopo otto anni di stop riapre l’Osservatorio astronomico di Foligno

Giovedì 13 giugno alle 21 la realtà che si trova all'interno della Torre dei Cinque Cantoni dedicherà una serata alla Luna per festeggiare il ritorno alla normalità

Cannara ricorda Valter Baldaccini con l’intitolazione dello stadio

La cerimonia, nel decennale della sua scomparsa, è in programma per sabato 15 maggio e sarà seguita da un torneo internazionale di calcio che vedrà sfidarsi otto squadre composte da clienti storici di UmbraGroup e dal Cluster regionale dell’aerospazio

Università, a Foligno un master su alimentazione e gastronomia

Promosso dall'Unipg in collaborazione con il Centro studi di via Oberdan, il corso prende spunto anche dall'esperienza de I Primi d'Italia. Mantucci: “Occasione significativa”

“Gli anziani siano al centro della campagna elettorale e in cima alle priorità di candidati sindaci e futuri primi cittadini che si misureranno nelle urne dell’8 e 9 giugno”. È l’appello che arriva dalla segretaria generale della Uil Pensionati dell’Umbria, Elisa Leonardi, in vista dell’appuntamento con le elezioni che, nel Cuore verde d’Italia, interesseranno il rinnovo di 60 amministrazioni comunali.

Un appello che prende le parti dal fatto che quella degli anziani sia, oggi, “una fascia sempre più ampia” della popolazione umbra, con le sue “peculiarità” ma anche “problematiche”. Difficoltà legate all’“accesso ai servizi pubblici, di mobilità, di solitudine e in alcuni casi anche di sostentamento”, che la segretaria Uil auspica “possano rimanere nelle agende delle amministrazioni che se ne sono occupate ed entrare in quelle che fino ad oggi non se ne sono occupate a sufficienza”.

L’obiettivo dichiarato è di arrivare a “una proficua integrazione tra servizi e tra generazioni”, chiedendo “un coinvolgimento attivo da parte della amministrazioni locali, per costruire insieme – sottolinea – bilanci e strumenti atti a risolvere le problematiche esistenti” e condannando “qualsiasi velleità di autosufficienza”. Per Elisa Leonardi serve “un netto cambio di approccio e mentalità nelle agende degli amministratori pubblici che – aggiunge l’esponente sindacale – devono imparare a pensare le città e i territori come a misura di anziano, evitando di creare anziani di serie A, quelli delle città, e di serie B, come possono essere quelli dei piccoli centri”.

Questo, dunque, quello che la Uil Pensionati dell’Umbria intende chiedere, “rispondendo a tutti gli inviti che arriveranno – conclude la sindacalista – con la speranza che non terminino in campagna elettorale”. Intanto nella giornata di martedì 28 maggio Leonardi parteciperà all’evento “Cura degli anziani e contrasto allo spopolamento – rigeneriamo Foligno”, mentre il 1° giugno interverrà all’incontro all’ospedale di Branca con i candidati sindaci dell’Alto Chiascio e i colleghi di Cgil e Cisl e delle categorie dei pensionati. 

Articoli correlati