36.3 C
Foligno
mercoledì, Luglio 17, 2024
HomeCronacaL'annuncio della Usl 2: “Assunti 32 nuovi infermieri a tempo determinato”

L’annuncio della Usl 2: “Assunti 32 nuovi infermieri a tempo determinato”

La delibera a firma del direttore generale Pietro Carsili del 21 giugno dispone l'implementazione della dotazione organica nei territori e negli ospedali. Cinque lavoreranno nell'ospedale di Foligno, quattro nel Distretto

Pubblicato il 21 Giugno 2024 15:12 - Modificato il 23 Giugno 2024 11:58

Tienimi informato

Rimani sempre aggiornato sui fatti del giorno

Ultimi articoli

Ancora grande caldo in Umbria. L’esperto: “Lieve calo non prima della prossima settimana”

Gli effetti del solleone si fanno sentire anche nella nostra regione. Per Fabio Pauselli di Umbria Meteo la colonnina di mercurio dovrebbe scendere di 2-3 gradi. Temperature sopra la media, ma inferiori agli scorsi anni

A Foligno prevenzione per oltre 200 cittadini con il “Progetto Cuore”

Un’indagine dell’Istituto superiore di sanità ha coinvolto un campione di folignati, con età compresa tra i 35 e i 74 anni, per valutare il rischio cardiovascolare. L’analisi ha permesso ad alcuni partecipanti di diagnosticare patologie precedentemente sconosciute

Liste d’attesa, calano di 17mila unità le prestazioni in sospeso

Un miglioramento portato dal Piano regionale ordinario di undici milioni e mezzo attuato circa due mesi fa. La presidente della Regione, Donatella Tesei: “Il progetto ha dato i suoi frutti, ma continueremo a lavorare affinché sia sempre più incisivo”

La Usl 2 dell’Umbria ha assunto 32 nuovi infermieri. A renderlo noto è il direttore generale dell’azienda sanitaria, il dottor Pietro Carsili, che nella giornata di venerdì 21 giugno ha firmato la delibera (numero 1208) che prevede l’implementazione della dotazione organica nel territorio e negli ospedali. Nello specifico – si legge in una nota diramata dalla Usl 2 – i professionisti assunti sono destinati e saranno operativi presso l’ospedale di Foligno (5 unità), l’ospedale di Orvieto (9 unità), il Distretto di Terni (1 unità), il Distretto di Orvieto (1 unità), il Distretto di Foligno (4 unità impiegate per il potenziamento dell’attività domiciliare notturna), l’Area Sud aziendale (provincia di Terni) n. 2 unità che andranno a sostituire il personale già individuato per le COT di Terni, l’Area Nord aziendale (territori di Foligno, Spoleto, Valnerina) n. 4 unità che andranno a sostituire il personale già individuato per le COT di Spoleto; la Casa di Reclusione di Terni (1 unità)”.

“Il piano di assunzioni – spiega il direttore generale dell’azienda Usl Umbria 2, Piero Carsili – è funzionale al ripristino della forza lavoro nei servizi ove c’è stata mobilità verso le COT (Centrali operative territoriali) di Terni e Spoleto, al ripristino della forza lavoro che si è ridotta per effetto di cessazioni, al potenziamento dell’organico degli infermieri presso gli ospedali di Orvieto anche in relazione all’avvio di nuove attività e di Foligno, al potenziamento dell’assistenza domiciliare nell’area di Foligno ove viene attivata, in via sperimentale, l’assistenza domiciliare integrata anche per le 12 ore notturne fino al prossimo 31 dicembre. Un progetto, quest’ultimo, che riteniamo strategico, che abbiamo presentato alle organizzazioni sindacali di categoria nei primi giorni di aprile e che, come detto, prevede l’apertura dell’ADI h 24, quindi un potenziamento notevole della risposta assistenziale del territorio in favore dei nostri utenti più fragili”.

“Va sottolineata – prosegue il direttore generale – la rapidità estrema con cui la Asl, con i suoi uffici, ha portato a termine in appena 24 giorni (dalla data di pubblicazione del bando alla data odierna di adozione del provvedimento finale) tutta la procedura di reclutamento degli infermieri redigendo una graduatoria di 145 professionisti da utilizzare per le assunzioni”.

“Il provvedimento adottato – dichiara il direttore sanitario della Usl Umbria 2, Nando Scarpelli – è stato fortemente voluto dalla direzione con massima rapidita anche per assicurate i Lea (livelli essenziali di assistenza) in tutti i servizi e reparti durante il periodo estivo e consentire al personale la corretta fruizione dei periodi di ferie programmate”.

“Il potenziamento dell’Adi su Foligno nelle ore notturne – prosegue il dottor Scarpelli – va incontro all’esigenza di decongestionamento del Pronto Soccorso e dei reparti ospedalieri attraverso l’istituzione di un team multiprofessionale – primo ed unico in Italia – costituito dal medico di Continuità assistenziale che sarà affiancato dall’infermiere Adi”.

La direzione strategica dell’azienda sanitaria – conclude la nota diffusa dalla Usl 2 – sottolinea la maturità e sensibilità espresse dalle organizzazioni sindacali di categoria e Rsu aziendale ed infine ringrazia il dottor Giuseppe Calabrò, direttore del dipartimento di Emergenza – Accettazione “per l’importante contributo assicurato per la messa a punto di questo innovativo progetto di assistenza e cura”.

Articoli correlati