9.1 C
Foligno
martedì, Aprile 23, 2024
HomeSportC'è una Foligno sportiva che vince e piace: è quella del rugby

C’è una Foligno sportiva che vince e piace: è quella del rugby

Pubblicato il 19 Gennaio 2016 11:02 - Modificato il 5 Settembre 2023 21:47

Tienimi informato

Rimani sempre aggiornato sui fatti del giorno

Ultimi articoli

Cade e batte la testa: 47enne portato in ospedale per un trauma cranico

L’episodio nella mattinata di lunedì 22 aprile in viale Firenze: l’uomo stava scaricando un escavatore quando ha perso l’equilibrio. Dopo aver valutato un suo trasferimento in ospedale con l’elisoccorso, l’uomo è stato portato al “San Giovanni Battista”

Violenza di genere, al Commissariato di Foligno una stanza dedicata alle vittime

In via Garibaldi allestito uno spazio per le audizioni protette, frutto della sinergia tra polizia e Soroptimist International Club Valle Umbra. Il questore Lamparelli: “Un fenomeno sommerso che richiede una grande opera di sensibilizzazione e azioni preventive”

Chiesa di Foligno in lutto per la morte di monsignor Dante Cesarini

Ordinato presbitero nel 1960, il sacerdote è stato assoluto protagonista della vita culturale e della formazione teologica della Diocesi di Foligno: per diciassette anni è stato direttore della biblioteca “Jacobilli”

Primi in classifica nel girone umbro, con dieci vittorie su dieci partite disputate. È questo il risultato che il Foligno Rugby porta a casa con grande soddisfazione di giocatori e tifosi. Una squadra imbattibile, quella dei ragazzi di coach Adrian Di Giusto, che domenica 17 gennaio ha confermato la sua bravura, mettendo a segno la decima vittoria consecutiva nella partita giocata in casa, al campo sportivo di Cannaiola di Trevi, contro il Città di Castello Rugby. La prima squadra rugbistica della città della Quintana ha, infatti, battuto gli avversari con il risultato di 18 a 8. Una prima fase di campionato di serie C2, quella vinta dai Falchetti del XV Folignate, che risultava chiara già a tre partite dalla fine. Ed è così che il duro lavoro svolto dai ragazzi, dai dirigenti e dal tecnico Di Giusto ha dato i suoi frutti, grazie al grande impegno, alla passione e, soprattutto, al cuore. E parole di vera stima nei confronti dei suoi arrivano dallo stesso allenatore. “I ragazzi hanno voluto fortemente questo risultato – afferma Adrian Di Giusto, orgoglioso della sua squadra – Molti di loro hanno ricominciato quando è stato rifondato il Foligno Rugby dieci anni fa (2006, ndr) ed è per questo che la partita di domenica era molto sentita, segnava il decimo anno da quando è stata rimessa in piedi la società. In quel periodo c’ero anch’io e lì mi sono molto affezionato a queste persone. Ora sono due anni che sono stato richiamato e ne sono orgoglioso. I ragazzi sono fantastici – aggiunge –, tanto che quando mi hanno ricontattato sono venuto volentieri, mi hanno aiutato molto e, poi, sono proprio amabili”. Quella che si è appena conclusa, tuttavia, è la fase regionale che comprende, appunto, tutte le squadre dell’Umbria. Tra poco più di un mese, e più precisamente a marzo, inizierà invece la seconda, quella dei playoff, che si disputerà con l’altro girone non ancora terminato. Ad affrontarsi saranno le prime due squadre umbre contro le prime due delle Marche. Poi, forse – ma bisogna ancora attendere il calendario -, si potrebbero disputare altre partite per salire di categoria. Un appello tuttavia, a questo punto, è obbligatorio: il Foligno Rugby merita il suo impianto sportivo in città. CAMPO DA RUGBY – “Spero che queste vittorie servano per ricordare a qualcuno – afferma Di Giusto – che il rugby c’è a Foligno e che noi invece stiamo giocando al campo di Cannaiola. Ci hanno promesso da tempo che sarebbe stata avviata la costruzione del nuovo impianto sportivo a ‘Campo di Marte’, ma stiamo ancora aspettando – sottolinea l’allenatore – Ci hanno assegnato dei soldi, la delibera è stata approvata dall’amministrazione comunale, ma non abbiamo visto nulla. Un anno fa siamo andati in Comune – aggiunge – e siamo stati rassicurati sul fatto che il campo di rugby era una priorità ma, allo stato attuale, non abbiamo ancora alcuna notizia. Siamo carenti di una struttura stabile – rimarca -, tanto che si è dovuto fare il giro della città alla ricerca di un posto degno dove tenere i bambini. I ragazzi della prima squadra sono poi stanchi delle promesse non mantenute”. Inoltre, con la costruzione del nuovo impianto, la Federazione italiana del rugby dal canto suo stanzierebbe anche un contributo per la struttura. Di fatto, però, il Foligno Rugby continua, con non poche difficoltà, a giocare a Cannaiola e ad allenarsi a Maceratola. Ma è evidente che la situazione non potrà andare avanti a lungo . “I tesserati crescono – sottolinea il tecnico – però molti sono costretti a smettere perché non abbiamo un punto fisso, un punto di riferimento. Attualmente, per fortuna, siamo a Maceratola ma non si sa per quanto ancora. L’assenza di un’impiantistica adeguata va contro il movimento. All’interno del Foligno Rugby – conclude l’allenatore Adrian Di Giusto – ci sono persone oneste che meriterebbero il meglio”. A questo punto non resta che attendere che l’amministrazione comunale prenda in mano la situazione per realizzare finalmente il sogno. Anche perché il rugby, si sa, è uno sport in grado di trasmettere ai giovani valori sani e altamente formativi, come dimostrano i ragazzi della società folignate.

Articoli correlati