29.9 C
Foligno
mercoledì, Luglio 17, 2024
HomeEconomiaCannara, l'ex-Ferro torna a vivere: a Isola anche un centro di studio

Cannara, l’ex-Ferro torna a vivere: a Isola anche un centro di studio

Pubblicato il 19 Luglio 2016 15:34 - Modificato il 5 Settembre 2023 19:46

Tienimi informato

Rimani sempre aggiornato sui fatti del giorno

Ultimi articoli

Ai domiciliari per spaccio di droga, evade: 21enne portato in carcere 

Inasprimento della misura cautelare per un giovane straniero che non ha rispettato il provvedimento a suo carico. Beccato in giro dagli agenti del Commissariato di Foligno, è stato deferito all’autorità giudiziaria: per il ragazzo si sono spalancate le porte di Maiano

Svincolo di Scopoli, Quadrilatero approva progetto definitivo. Melasecche ironico: “Storia da film”

La ricerca di ordigni bellici e di reperti archeologici si è conclusa positivamente, dando esito negativo. Prima del progetto esecutivo mancano ancora dei passaggi burocratici e, nel frattempo, l'assessore regionale punzecchia il centrosinistra

Montefalco perde un medico di base. Il Comune scrive all’Usl 2: “Disagi per i cittadini”

In una nota diffusa sui social, l'amministrazione interviene sulla fine della convenzione con il dottor Massimo Pucci. I dottori presenti nel borgo non riuscirebbero a coprire i pazienti rimasti “scoperti”

“In questi 13 anni dalla chiusura della Ferro Italia, che ha comportato la perdita del posto di lavoro per oltre 100 persone, abbiamo assistito ad una altalena di speranze e cocenti delusioni. Ora si apre un promettente futuro per questa struttura industriale di qualità che è parte importante del tessuto socio-economico del territorio di Cannara”. Sono le parole con cui la presidente dell’assemblea legislativa della Regione Umbria, Donatella Porzi, ha salutato il recente accordo siglato tra Sviluppumbria e Silam Srl, società del Gruppo Tacconi. Martedì mattina, infatti, all’auditorium San Sebastiano di Cannara si è tenuto un incontro di presentazione del nuovo progetto, firmato appunto dal Gruppo Tacconi, che riporterà in vita il compendio industriale che sorge a Isola, frazione del comune cannarese. “Grazie a questo accordo – ha proseguito Donatella Porzi – una nuova realtà industriale arricchirà il nostro territorio, sanando una annosa e preoccupante situazione di cui, nei miei impegni passati di amministratore del Comune di Cannara e della Provincia di Perugia, ho avuto più volte occasione di occuparmi”. Nel sito di Isola il Gruppo tacconi realizzerà uno stabilimento ed un centro di studi e progettazione. L’attività ripartirà con una sessantina di lavoratori, che l’amministratore unico di Silam Srl, Luca Tacconi, auspica possa continuare a salire toccando quota 180 dipendenti entro il 2019. “L’avvio di questo nuovo progetto – ha commentato la presidente della Regione Umbria, Catiuscia Marini – è un fatto di grande importanza perché offre una positiva opportunità di sviluppo industriale e di crescita dell’occupazione nel territorio ed al tempo stesso – ha proseguito – risolve l’annosa questione di una area non più utilizzata, realizzando tra l’altro – ha concluso – una importante operazione di bonifica ambientale”. Presenti all’incontro anche il direttore generale di Sviluppumbria, Mauro Agostini, e il sindaco di Cannara, Fabrizio Gareggia.

Articoli correlati