26.8 C
Foligno
sabato, Luglio 20, 2024
HomeCronacaFoligno, nuovo raid al rione La Mora: “Nella via spaccio, violenza e...

Foligno, nuovo raid al rione La Mora: “Nella via spaccio, violenza e degrado”

Pubblicato il 29 Novembre 2017 19:07

Tienimi informato

Rimani sempre aggiornato sui fatti del giorno

Ultimi articoli

“Rhapsody in blue”: Marco Scolastra e la Filarmonica di Belfiore aprono “eVenti d’estate”

Il concerto inaugurale è in programa sabato 20 luglio alle 21 nella splendida cornice di Villa Fabri di Trevi. In programma la musica di Gershwin, Bernstein, Marquéz e una dedica speciale ai cento anni del capolavoro suonato per la prima volta a New York

Poreta brucia ancora: persi 120 ettari di bosco. Ci sono due denunce

L’ipotesi è che a provocare l’incendio sia stata una mietitrebbia impiegata nella lavorazione di un campo di farro: le indagini affidate ai carabinieri forestali. Oltre alle squadre di terra, in volo tre canadair e un elicottero

Vaccino anti papilloma, l’Umbria amplia il servizio gratuito

A essere interessate dal provvedimento le donne di 29 e 30 anni. Dalla Regione 400mila euro in più per prevenire incidenza dei tumori e altre patologie HPV correlate

Per l’ennesima volta ignoti si sono introdotti nei locali (inagibili) del nostro rione, danneggiando ulteriormente gli infissi e continuando nell’inqualificabile opera di sciacallaggio”. Sono le parole di Alessio Albani, priore quintanaro del rione La Mora che torna a denunciare l’ennesimo atto di vandalismo all’interno della taverna di via Colomba Antonietti. Proprio il rione del Gelso da tanto, troppo tempo sembra essere sotto attacco. Sia la sede nel centro storico di Foligno che la nuova taverna degli “Orti Orfini”, nel corso degli ultimi due anni sono state “visitate” da vandali e ladruncoli in più di un’occasione. Ma più che veri e propri furti, sono stati quasi sempre registrati danni materiali a porte, finestre e più in generale agli immobili. E’ avvenuto qualche settimana fa anche all’esterno della taverna dello Spada (leggi qui). Ma La Mora sembra essere “abbonata” a questo tipo di episodi. Proprio nel caso del rione guidato da Albani, ciò che più preoccupa è che gli atti vandalici avvengono in locali inagibili dopo il terremoto dello scorso anno. Ad evidenziarlo è lo stesso priore: “Ricordo ai malnati che il palazzo è a rischio crollo – commenta su Facebook Albani -. Più della loro incolumità, mi preoccupa dovermi occupare in futuro del macabro girovagare delle loro ‘animacce’ per le sale della taverna. È mortificante, e non lo dico da priore, che la via che conduce al palazzo comunale sia definitivamente abbandonata al degrado, allo spaccio e alla violenza – prosegue nel post -. Unica soddisfazione: quei residenti che negli anni passati mi telefonavano minacciando denunce per schiamazzi, ora mi chiedono di aiutarli a trovare una soluzione. Namastè”. Insomma, tra l’arrabbiato e l’ironico, Albani denuncia un vero e proprio degrado che sta colpendo via Antonietti. E pensare che proprio questa storica via del centro storico di Foligno – come ricordato dallo stesso priore – ospita anche l’ingresso principale del palazzo comunale.

Articoli correlati