8.1 C
Foligno
venerdì, Aprile 19, 2024
HomePoliticaGiano, Barbarito: “L’amministrazione si è accorta che il Natale è alle porte?”

Giano, Barbarito: “L’amministrazione si è accorta che il Natale è alle porte?”

Pubblicato il 21 Dicembre 2017 16:21

Tienimi informato

Rimani sempre aggiornato sui fatti del giorno

Ultimi articoli

Firenze, si conclude l’era Betori: il nuovo arcivescovo è don Gherardo Gambelli

Dopo aver accettato la rinuncia al governo pastorale del cardinale folignate, Papa Francesco ha nominato il suo successore: 55 anni, dal 2011 al 2022 è stato missionario in Ciad. Lo scorso anno il ritorno nel capoluogo toscano come parroco della Madonna della Tosse

“Evento politico” nella sede di Sviluppumbria: Pd e M5S insorgono

I “dem” Meloni e Bori pronti a depositare un’interrogazione in Regione sull’incontro dedicato alla tutela del “made in Italy” promosso da Fratelli d’Italia. A far sentire la propria voce anche il pentastellato De Luca: “Grave sbavatura istituzionale”

Dal Mic quasi 3,5 milioni per l’Umbria: ci sono anche Cannara e Spello

Il Piano triennale per le opere pubbliche interesserà in Umbria ventinove interventi. Dai musei all'archeologia, i fondi non saranno però destinati alle biblioteche

In tutta la regione si moltiplicano iniziative, concerti, mostre, mercatini che attirano visitatori e promuovono i rispettivi territori da settimane, mentre a Giano dell’Umbria tutto tace”. E’ l’osservazione fatta dall’esponente di Centrodestra per Giano, Jacopo Barbarito, che con un piglio d’ironia si chiede se l’amministrazione guidata da Marcello Bioli si sia accorta o meno che il Natale è praticamente alle porte. “E’ incredibile come ogni anno le uniche iniziative siano quelle delle volenterose pro loco o delle parrocchie – lamenta il consigliere di opposizione – mentre l’amministrazione comunale è incapace di proporre qualsiasi tipo di manifestazione, che vada oltre le riproposizioni stanche e abusate di eventi – prosegue – che si presentano ogni anno quasi come un fastidio”. Per Barbarito, infatti, “il Natale è una di quelle ricorrenze più attese e in grado di regalare atmosfere uniche che possono valorizzare il territorio e i borghi” salvo scontrarsi – è la denuncia – con “l’immobilismo e l’assenza di idee”. Insomma, per l’esponente di minoranza si è di fronte “all’ennesimo esempio di una giunta incapace di fare il bene del paese e dei suoi abitanti e di dare un futuro – conclude – al territorio, alle sue bellezze, energie e potenzialità”.

Articoli correlati