17 C
Foligno
domenica, Aprile 14, 2024
HomeCronacaServizi museali, a Foligno assegnata la gestione per i prossimi quattro anni

Servizi museali, a Foligno assegnata la gestione per i prossimi quattro anni

Pubblicato il 4 Gennaio 2018 16:25

Tienimi informato

Rimani sempre aggiornato sui fatti del giorno

Ultimi articoli

La nave di Festa di Scienza e Filosofia verso l’attracco: tocca a Fabbri e Battiston

Ventidue le conferenze in agenda per l’ultima giornata, quella di domenica, ma anche tanti laboratori ed eventi ad attendere il pubblico. A poche ore dalla chiusura superate le 10mila prenotazioni: si sta per chiudere un'edizione straordinaria dedicata al Mediterraneo

Non rispetta la semilibertà: trentacinquenne sconterà i tre anni di pena in carcere

L'uomo originario dell'Ecuador era residente a Spello, ma è stato trovato dai carabinieri ubriaco a Bastia Umbra. Per lui si sono aperte le porte del carcere di Spoleto

Elezioni, a Campello sul Clitunno il centrodestra sceglie Fabiana Grullini

L'attuale consigliere comunale del Gruppo misto aveva già rivestito il ruolo di assessore nel 2019 con l'attuale giunta guidata da Maurizio Calisti. Le prime parole: "Con me squadra che rappresenta sensibilità e professionalità"

Riparte da dove era terminata la gestione dei centri culturali di Foligno. Il Comune ha infatti ufficializzato la graduatoria relativa alla procedura aperta per l’affidamento della gestione dei servizi culturali e le sale conferenze. Per i prossimi quattro anni sarà ancora una volta la CoopCulture a gestire i musei cittadini. Il gestore uscente ha avuto la meglio sulla cooperativa Sistema Museo e sulla cooperativa Le Macchine Celibi con un ribasso del 2,5% sull’importo posto a base di gara e con un 40% sulle tariffe che interessano le sale conferenze. In totale, CoopCulture ha messo sul piatto poco meno di 1,5 milioni di euro. Alla cooperativa andrà dunque la gestione della biblioteca, insieme ai servizi museali di palazzo Trinci, il Museo della Stampa, il Mac di Colfiorito e gli oratori della Nunziatella e del Crocifisso. L’affidamento del servizio è arrivato a quattro mesi di distanza rispetto alla scadenza naturale della precedente gestione, con il bando che ha avuto un iter decisamente travagliato sotto il profilo politico (leggi qui). AUDITORIUM DESERTI – Lo sguardo dell’amministrazione comunale è ora rivolto all’altro bando, che comprende l’auditorium di Santa Caterina, quello di San Domenico e palazzo Candiotti. La prima presentazione delle offerte è andata deserta, per cui ora il Comune dovrà riformulare il documento, rendendolo più “appetibile”. Fino al 31 marzo, l’affidamento temporaneo (solamente dei due auditorium) è stato concesso alla Fils.

Fabio Luccioli
Fabio Luccioli
Direttore di Radio Gente Umbra e Gazzetta di Foligno

Articoli correlati