23.2 C
Foligno
lunedì, Aprile 15, 2024
HomeCronacaSpoleto, proseguono i lavori del Tavolo interistituzionale sull'adolescenza

Spoleto, proseguono i lavori del Tavolo interistituzionale sull’adolescenza

Pubblicato il 28 Gennaio 2018 12:04

Tienimi informato

Rimani sempre aggiornato sui fatti del giorno

Ultimi articoli

Colpito da infarto, ictus e trombosi guida fino in ospedale, poi crolla nel parcheggio: salvato dai medici

Protagonista dell'incredibile vicenda un 65enne che, impossibilitato a parlare per chiedere aiuto, ha deciso di raggiungere in autonomia il "San Giovanni Battista". Straordinario lavoro di squadra da parte dei medici: gli interventi non hanno avuto complicanze

Elezioni, a Montefalco sarà Alfredo Gentili a sfidare Daniela Settimi

Funzionario giudiziario in pensione, Gentili proviene dal mondo dell'associazionismo e punterà a “generare un necessario e proficuo cambiamento”

A Nocera Umbra tante iniziative per ricordare Fulvio Sbarretti e Augusto Renzini

In occasione dell'ottantesimo anniversario delle due Medaglie d'oro assegnate ai carabinieri, la città delle acque ha organizzato un fitto programma che durerà fino al prossimo mese di novembre

Proseguono gli incontri proposti dal Tavolo interistituzionale sull’Adolescenza, promosso dall’amministrazione comunale al fine di programmare una linea comune negli interventi di prevenzione ed educazione al benessere rivolti agli adolescenti e agli adulti di riferimento e condividere le progettualità da avviare per l’anno scolastico 2017-2018. Dopo i primi tre appuntamenti dello scorso anno (“L’età dello tsunami” con lo scrittore e psicoterapeuta dell’età evolutiva Alberto Pellai, “Come avere in casa un adolescente felice” a cura della Società cooperativa sociale Partes ed il corso di formazione rivolto ad insegnanti, operatori sportivi e genitori sulla “Costruzione di modelli di intervento volti a prevenire e combattere il bullismo, il cyberbullismo, le discriminazioni, la violenza di genere e a promuovere nei ragazzi stili di vita sani, l’educazione alla salute e la pratica sportiva”), lunedì scorso hanno preso il via gli incontri programmati per il 2018. “Il cervello e le dipendenze: cibo, alcol e gambling”, che si terrà sempre a Palazzo Mauri il prossimo 13 febbraio alle ore 15.30, è l’evento curato dall’associazione Il Girasole e dalle dottoresse Emanuela Bisogni, Simonetta Marucci, Elisa Montelatici, Giulia De Iaco. Tre gli incontri dedicati ai genitori e organizzati al Complesso Monumentale di San Nicolò (orario previsto alle ore 21). Lunedì 19 febbraio appuntamento sul tema “Il Digital Age: sfide educative del terzo millennio” con il prof. Paolo Benanti e a cura dell’Archidiocesi di Spoleto-Norcia. Il 12 marzo, sempre a cura dell’Archidiocesi di Spoleto-Norcia, si terrà l’incontro con il dott. Giancarlo Penza della Comunità di Sant’Egidio, mentre il 10 aprile sarà la dottoressa Cristina Marini ad affrontare il tema “Diventare genitori consapevoli”. Tre anche i progetti su cui sta lavorando il Tavolo interistituzionale sull’Adolescenza. E sono l’avvio del centro di ascolto psicologico itinerante “con-tatto” nelle scuole e sul territorio, per adolescenti e giovani dai 12 ai 25 anni, inteso come luogo aperto alla riflessione e al confronto per ragazzi che si trovano ad affrontare una fase critica della loro crescita e per gli adulti che gestiscono con loro un rapporto significativo (genitori, insegnanti, educatori), quello di due progetti di sensibilizzazione nell’ambito della prevenzione del bullismo/cyberbullismo, sull’educazione alla gestione competente della rete e sullo sviluppo delle life skills e la realizzazione di tre incontri informativi per genitori e avvio della scuola per genitori. Il Tavolo nasce dall’esigenza rilevata dall’assessorato alle politiche giovanili di fornire al territorio una risposta concreta ai bisogni delle famiglie sulle tematiche adolescenziali. Il percorso intende trovare un punto di contatto e di condivisione affinché le azioni poste in campo dai singoli soggetti in ambito sociale, sanitario ed educativo non rimangano frammentarie. E propone di sviluppare in modo coordinato e mirato interventi di promozione e prevenzione nei vari contesti di vita degli adolescenti con attenzione agli adulti di riferimento e al passaggio alla maggiore età; superare i residui di autoreferenzialità e frammentarietà ancora presenti nei diversi servizi, ottimizzare le risorse e rendere più efficaci gli interventi. Il gruppo di lavoro è composto dai referenti dell’Usl2 – Distretto sanitario di Spoleto, Dirigenti scolastici delle scuole secondarie di I e II grado, Pastorale giovanile e Ufficio Scuola Curia Arcivescovile, Servizio Giovani, Sport e Benessere e Servizio Sociale del Comune di Spoleto, Presidente del Tribunale dei minori.

Articoli correlati