25.1 C
Foligno
venerdì, Aprile 12, 2024
HomeCronacaIl Paiper rompe con il Comune, lascia Foligno e si allea con...

Il Paiper rompe con il Comune, lascia Foligno e si allea con Dancity: “Pronti ad azioni legali”

Pubblicato il 1 Marzo 2018 16:05

Tienimi informato

Rimani sempre aggiornato sui fatti del giorno

Ultimi articoli

Foligno, con il Camper Sanitario visite cardiologiche, odontoiatriche e respiratorie gratuite

Dopo il successo dello scorso anno, torna nel prossimo fine settimana il servizio offerto dal Rotary Club cittadino. Ecco gli orari per poter effettuare il proprio check-up senza prenotazioneIl Rotary Club di Foligno torna in piazza tra i cittadini per offrire a tutti un weekend di prevenzione sanitaria gratuita. Dopo il grande successo riscosso dall’edizione del 2023, che ha permesso di effettuare circa 200 visite, l’appuntamento con il “Camper Sanitario” torna in calendario per sabato 13 e domenica 14 giugno in piazza della Repubblica. L’unità mobile di prevenzione sanitaria sarà aperta sabato 13 dalle 9 alle 12 per lo screening cardiologico gratuito mentre, dalle 15 alle 19, si potrà effettuare lo screening odontoiatrico per valutare le condizioni di salute della bocca: un invito rivolto in particolar modo ai bambini sino a 6 anni per valutare eventuali problemi legati allo sviluppo. Domenica 11 dalle 9 alle 12 al “Camper Sanitario” si potrà effettuare il test spirometrico, particolarmente utile per individuare problematiche respiratorie. L’iniziativa si svolge con il patrocinio del Comune di Foligno e della Usl Umbria2 in collaborazione con “Amici del Cuore Valle Umbra”, per promuovere al meglio la salute dei cittadini attraverso la prevenzione. Il Rotary Club di Foligno invita dunque la cittadinanza a partecipare: non sono necessarie prenotazioni.

Cannara, anziana derubata dalla ex badante

I carabinieri hanno denunciato una 33enne moldava, “sparita” dall'abitazione della donna che assisteva insieme a soldi e gioielli dal valore complessivo di oltre 2mila euro

Rally, la folignate Chiara Galli scalda i motori per il Trofeo Maremma

La driver quest'anno cambia macchina, passando al volante della Renault Clio Rally5 ma rinnovando la collaborazione con il Team PRT. Primo appuntamento della stagione con la Coppa Rally di settima zona
Alla fine la bomba è scoppiata. Se negli scorsi giorni l'edizione 2018 del Paiper era ancora a rischio (leggi qui), da oggi è ufficiale che il festival di musica anni Sessanta e Settanta non si svolgerà più a Foligno. Gli organizzatori hanno deciso di dire basta, chiudendo le porte a qualsiasi forma di dialogo con il Comune dopo che l'amministrazione cittadina si è detta irremovibile sui contributi da assegnare. E' così che l'associazione culturale guidata da Carlo Delicati dalla prossima edizione sposterà il Paiper in un'altra città, abbandonando definitivamente il posto dove l'evento è nato. “Ci hanno detto che i contributi non si toccano – afferma Delicati all'indomani dell'incontro con l'assessore Patriarchi – abbiamo quindi deciso di lasciare la città per portare il festival altrove”. Nelle ultime ore i responsabili del Paiper hanno diffuso attraverso Facebook un video che riepiloga i contributi stanziati dal Comune per le varie manifestazioni che si svolgono in città. “Comprovato valore culturale e sociale dell'iniziativa, consolidamento nel tempo, forze sociali attivate e bacino di utenza, sono questi i requisiti per ricevere i contributi dal Comune – c'è scritto nel video – ecco alcuni finanziamenti erogati: giudicate voi...”. Poi, nel filmato appaiono le cifre stanziate per alcune della manifestazioni cittadine paragonate alla somma destinata al Paiper. Insomma, oramai è bagarre a tuttotondo tra le associazioni culturali cittadine ed il Comune. Sul piede di guerra c'è anche Dancity (leggi qui), manifestazione costretta a cambiare le date di programmazione da giugno ad agosto per mancanza di fondi. Paiper e Dancity si coalizzano, pronte ad affidare la pratica ad un legale. “Fallito il tentativo di far capire al Comune le nostre ragioni – recita il comunicato congiunto delle due associazioni culturali - continuando a desiderare un accordo bonario, formalizzeremo un ricorso in via di autotutela che rivolgeremo al Comune chiedendo, sulla base di comprovate motivazioni fattuali e giuridiche, che riveda prima della definitiva erogazione dei contributi, le delibere di assegnazione assunte. Qualora poi, anche questo tentativo bonario dovesse rimanere inascoltato, non escludiamo di sottoporre la questione alle competenti autorità giudiziarie”. Il ricorso in autotutela prevedrà di inviare una comunicazione all'amministrazione comunale, nella quale si chiederà di rivedere le graduatorie per l'assegnazione dei contributi. “Questo è l'invito che facciamo al sindaco – affermano in coro i responsabili di di Paiper e Dancity -. Se nulla cambierà, siamo pronti anche ad azioni legali”.
Fabio Luccioli
Fabio Luccioli
Direttore di Radio Gente Umbra e Gazzetta di Foligno

Articoli correlati