10.6 C
Foligno
lunedì, Aprile 22, 2024
HomeMediaFrecce Tricolori, che spettacolo! - GALLERY

Frecce Tricolori, che spettacolo! – GALLERY

Pubblicato il 7 Agosto 2023 09:31 - Modificato il 17 Gennaio 2024 12:23

Tienimi informato

Rimani sempre aggiornato sui fatti del giorno

Ultimi articoli

Cade e batte la testa: 47enne portato in ospedale per un trauma cranico

L’episodio nella mattinata di lunedì 22 aprile in viale Firenze: l’uomo stava scaricando un escavatore quando ha perso l’equilibrio. Dopo aver valutato un suo trasferimento in ospedale con l’elisoccorso, l’uomo è stato portato al “San Giovanni Battista”

Violenza di genere, al Commissariato di Foligno una stanza dedicata alle vittime

In via Garibaldi allestito uno spazio per le audizioni protette, frutto della sinergia tra polizia e Soroptimist International Club Valle Umbra. Il questore Lamparelli: “Un fenomeno sommerso che richiede una grande opera di sensibilizzazione e azioni preventive”

Chiesa di Foligno in lutto per la morte di monsignor Dante Cesarini

Ordinato presbitero nel 1960, il sacerdote è stato assoluto protagonista della vita culturale e della formazione teologica della Diocesi di Foligno: per diciassette anni è stato direttore della biblioteca “Jacobilli”

Un’attesa lunga quasi 30 anni, ma che è stata ben ripagata. Era il 1995, infatti, quando Foligno aveva ospitato, l’ultima volta, le Frecce Tricolori, salvo un passaggio veloce durante la Giostra della Rivincita del 2013. E ieri (domenica 6 agosto) finalmente, in occasione del “Foligno Air Show” celebrativo dei 100 anni dalla fondazione dell’Aeronautica Militare, la Pattuglia Acrobatica Nazionale è tornata a sorvolare i cieli della città della Quintana regalando grandi emozioni, anche se qualche assaggio i cittadini lo avevano avuto già nelle giornate precedenti. Solo un assaggio, appunto, perché il vero spettacolo è quello andato in scena proprio nel tardo pomeriggio di domenica. 

Gli orologi segnavano le 18 precise quando lo speaker ha annunciato l’arrivo delle Frecce Tricolori e gli sguardi di adulti e bambini sono tornati ad alzarsi al cielo. Seimila quelli presenti all’interno dell’aeroporto – così come stabilito in fase organizzativa -, ai quali si sono aggiunti quelli di coloro che hanno assistito all’evento da diversi punti della città, per una stima complessiva da parte delle forze dell’ordine di circa 15mila persone, arrivate a Foligno da tutta Umbria per lasciarsi incantare dalla magia della Pattuglia Acrobatica Nazionale. Una formazione ridotta quella che si è lanciata in figure e manovre da togliere il fiato, a causa di un piccolo problema occorso ad uno dei velivoli. Sette più il solista, dunque, i protagonisti della giornata. Ridotti nel numero, ma non certo nella qualità dell’esibizione, che si è contraddistinta come sempre per la sua grande spettacolarità, che tutti i presenti hanno cercato di immortalare o catturare attraverso foto e video da custodire come ricordo ma anche da inviare ad amici e parenti e soprattutto da condividere sui social network. Palcoscenico privilegiato, come detto, quello del cielo folignate su cui le Frecce hanno disegnato un tricolore lungo 5 chilometri, ma non solo. 

L’esibizione della Pattuglia Acrobatica Nazionale, infatti, è stato solo l’ultimo atto di un pomeriggio di grandi emozioni, che ha preso il via intorno alle 15 con il passaggio del tricolore e l’Inno nazionale ad accompagnarlo. A seguire le esibizioni di diversi velivoli, storici e non, ma anche le dimostrazioni di elicotteri come quello dell’Aeronautica Militare (Eli – CSar) e della Polizia di Stato. E poi la presenza di grandi piloti come Andrea Pesenato, campione italiano in carica di acrobazia a motore, che con la sua performance ha lasciato a bocca aperta il pubblico di Foligno. Pubblico che ha potuto ammirare anche l’esibizione del sindaco Stefano Zuccarini, vice campione italiano di volo acrobatico con l’aliante, che ha anticipato l’arrivo delle Frecce Tricolori. 

“È una grande giornata di festa – ha commentato il primo cittadino pochi minuti prima dell’inizio dell’evento -, l’abbraccio di Foligno e dell’Umbria intera alla forza armata azzurra che compie 100 anni. Foligno è stata scelta come città per ospitare questo evento unico sul territorio regionale e la cosa più bella è vedere le tantissime persone presenti. Siamo tutti qui per ammirare le Frecce Tricolori dopo averle viste in volo in occasione delle prove generali”. Come detto, il sindaco Zuccarini è stato tra i piloti delle pattuglie civili che si sono esibite durante il pomeriggio. “Siamo stati definiti l’antipasto della pattuglia Acrobatica Nazionale – ha dichiarato – ma siamo delle mollichine in confronto a questi ragazzi straordinari, dalle grandi capacità e abilità nel pilotare gli aeroplani. Per quanto mi riguarda – ha aggiunto – è difficile togliere il ‘cappello’ da sindaco per indossare quello da pilota, perchè rimani sempre un punto di riferimento nella gestione di un evento come questo, ma quando salgo a bordo dell’aliante lascio tutto fuori e mi concentro su quello che devo fare. È una cosa che viene naturale”.

Una domenica indimenticabile, dunque, per Foligno e per l’Umbria tutta, che ha così preso parte alla grande festa per il centenario dell’Aeronautica Militare, che proseguirà ora in altre città e regioni italiane. Una domenica in cui tutto è filato liscio, grazie alla macchina organizzativa messa in piedi dal Comune e dall’Aeroclub Foligno e al grande lavoro interforze messo a punto per garantire lo svolgimento in tranquillità della manifestazione, alla quale hanno preso parte – tra gli altri – anche il sottosegretario Emanuele Prisco, la presidente della Regione, Donatella Tesei, il prefetto Armando Gradone, e il questore Giuseppe Bellassai, insieme a rappresentanti del mondo istituzionale, militare e civile di tutta Umbria. E anche economico, con la presenza soprattutto di rappresentanti delle aziende che operano nel settore dell’aeronautica, a cominciare dalla Oma Tonti, che proprio in via Cagliari, accanto all’aeroporto cittadino, opera da ormai 75 anni. Le uniche criticità hanno riguardato, com’è comprensibile, il deflusso dei tantissimi partecipanti una volta terminato l’evento, con lunghe code di auto che hanno bloccato il traffico all’interno del territorio comunale e, come segnalato da alcuni cittadini, anche nelle immediate vicinanze. 

 

Articoli correlati