13.1 C
Foligno
domenica, Maggio 26, 2024
HomeAttualitàQuattro novembre, tanti gli eventi a Foligno

Quattro novembre, tanti gli eventi a Foligno

Pubblicato il 29 Ottobre 2023 20:49

Tienimi informato

Rimani sempre aggiornato sui fatti del giorno

Ultimi articoli

Quintana, ecco il palio della Sfida firmato da Mirabella

Il trentaseinne originario di Enna ha firmato il drappo presentato nel corso della Cena Grande e realizzato in collaborazione con Massimo Fiordiponti, storico quintanaro che ha curato la parte sartoriale

Foligno, aggredisce i poliziotti intervenuti per sedare la lite

La polizia ha arrestato un trentatreenne per resistenza e violenza a pubblico ufficiale. L'episdio è avvenuto nella serata di venerdì 24 maggio in un'abitazione del centro storico

“Dillo con un fiore”, Regione Umbria e Slovenia insieme per coltivare la biodiversità

In regione sono oltre 3.500 gli apicoltori per un totale di 50mila alveari. In un incontro a Villa Umbra azioni ed esperienze per tutelare le api e salvaguardare gli ecosistemi

In occasione del giorno dell’unità nazionale e della giornata delle forze armate del 4 novembre, sono tantissimi gli appuntamenti in programma a Foligno. Si parte alle 10,30 in piazza Don Minzoni, con la deposizione della corona d’alloro al monumento ai caduti, presente il picchetto d’onore del Centro di Selezione e Reclutamento Nazionale dell’Esercito e Carabinieri in Grande Uniforme Speciale; alle 10,45 intervento del sindaco di Foligno Stefano Zuccarini. Alle 11,15 a Palazzo Trinci inaugurazione della mostra fotografica “Ritratti della Caserma e della Città” organizzata dal CSRNE in collaborazione con le sezioni di Foligno dell’Associazione Nazionale Mutilati e Invalidi di Guerra e l’Unione Nazionale Ufficiali in Congedo d’Italia. Questa mostra che si configura come un omaggio del mondo militare alla città che lo ospita, vuole raccontare, in sintesi, la storia di Foligno e della sua caserma “Vittorio Emanuele II” (oggi “Gen. Ferrante Gonzaga del Vodice”) dalla fine dell’800, riportando alla luce passate memorie nell’ambito delle celebrazioni del suo centocinquantesimo anniversario. La mostra, ideata ed inserita nel progetto del CSRNE “La Caserma di Foligno – una città nella città”, presenta documenti e immagini in bianco e nero a partire dal 1873, anno di stipula della convenzione tra il Comune di Foligno ed il Ministro della Guerra per la costruzione della caserma, nonché foto, anche a colori, che rappresentano i vari momenti storici fino ai giorni nostri. Al reperimento del materiale, oltre che negli archivi del Centro e delle Associazioni, hanno collaborato i fotografi Giovanni Paternesi e Marco Cardinali, che hanno messo a disposizione la loro documentazione. La mostra rimarrà aperta fino al 25 febbraio 2024 e osserverà i consueti orari di apertura di Palazzo Trinci.

Alle 12,30, alla caserma Gonzaga inaugurazione della mostra “Armando Diaz, Duca della Vittoria” all’ex circolo ufficiali della Caserma Gonzaga, organizzata dal CSRNE in collaborazione con l’Associazione Amici del Museo Storico dei Granatieri di Roma.

Tale mostra raccoglie cimeli e documenti originali appartenuti al generale Diaz che, con il grado di capitano, svolse servizio a Foligno dal 1890 al 1892. Il pronipote del generale, che sarà presente all’inaugurazione, ha fornito dei preziosi e inediti reperti .

La mostra “Il Generale Armando Diaz, Duca della Vittoria” sarà visitabile ed aperta al pubblico in particolari date, generalmente di sabato e domenica nei seguenti orari: sabato dalle 15.30 alle 18.30; domenica dalle 10 alle 13. Questi orari saranno validi, oltre che per il 4 e 5 novembre anche per sabato 11, domenica 12, sabato 18 e domenica 19 novembre; sabato 9 e domenica 10 dicembre; sabato 13, domenica 14, sabato 27 e domenica 28 gennaio; sabato 10, domenica 11, sabato 24 e domenica 25 febbraio). In via eccezionale sarà aperta anche venerdì 8 dicembre dalle 15.30 alle 18.30.

Per permettere al mondo giovanile di visitare le mostre e conoscere la storia di Foligno, il CSRNE, di concerto con l’assessorato all’istruzione, ha ideato un circuito scolastico, che includerà anche la visita alla Casa del Mutilato a Corso Cavour.

Articoli correlati