12.3 C
Foligno
martedì, Aprile 16, 2024
HomeAttualitàSant'Eraclio già pensa al Carnevale (e all'edizione estiva)

Sant’Eraclio già pensa al Carnevale (e all’edizione estiva)

Pubblicato il 28 Dicembre 2023 10:30

Tienimi informato

Rimani sempre aggiornato sui fatti del giorno

Ultimi articoli

In centinaia per dire “no” ai motori sui sentieri

La manifestazione, organizzata dal Cai della regione Umbria, ha coinvolto numerosi cittadini e alcuni esponenti delle istituzioni, che hanno ribadito la contrarietà all’emendamento che liberalizza il transito dei veicoli in montagna

Passaporti, anche a Foligno scattano le nuove modalità

Da mercoledì 17 aprile le prenotazioni, effettuabili solamente online, vedranno gli uffici del commissariato aumentare la loro disponibilità per quanto riguarda giorni e orari. Ecco come fare

Il vino che fa bene all’arte: duemila bottiglie Caprai restaureranno la chiesa di Bevagna

Torna l'iniziativa del produttore montefalchese in favore dei beni culturali del territorio. La speciale etichetta è disegnata dal maestro Luigi Frappi

Nemmeno il tempo di smaltire panettoni e pandori che il Carnevale di Sant’Eraclio è già pronto a organizzare il suo 2024. Un nuovo anno che si aprirà all’insegna della collaborazione con gli enti e le realtà associative del territorio. L’associazione di volontariato capitanata dal presidente Fabio Bonifazi ha riunito l’assemblea dei soci e il consiglio direttivo nei locali del “Molino Viola” nel Castello dei Trinci per delineare gli impegni futuri che si prospetteranno nel 2024 e prendere decisioni che influiranno in modo determinante sull’avvenire della rassegna. Nell’anno che verrà oltre ad organizzare l’edizione invernale ed estiva della manifestazione, l’Ente Carnevale collaborerà anche alla Notte Barocca e ai Primi d’Italia. Il presidente Bonifazi ha annunciato l’intenzione del Carnevale di avviare l’iter procedurale “per l’acquisizione della personalità giuridica, in modo da far conseguire all’ente l’autonomia patrimoniale perfetta. Si tratta di una operazione – dice Bonifazi – che consente la separazione fra patrimonio degli aderenti all’associazione e il patrimonio dell’associazione o dell’ente, in modo da renderli reciprocamente insensibili all’azione del creditore, il quale si potrà rivalere solo sul fondo comune dell’associazione e non sul patrimonio singolo degli associati o di coloro che hanno agito per conto dell’associazione”. “Poter conseguire la personalità giuridica – ha sostenuto il segretario, Raffaele Tosti – consente al Carnevale di Sant’Eraclio di effettuare l’iscrizione al registro nazionale dei Carnevali storici e di poter aderire ai bandi per i fondi europei. Un processo che consentirà alla manifestazione carnevalesca più rinomata dell’Umbria, di effettuare un notevole salto di qualità”. Nel frattempo gli artisti della cartapesta nel Laboratorio “Fabrizio Biagetti” stanno alacremente lavorando in vista dei Corsi mascherati (28 gennaio. 4 e 11 febbraio 2024), mentre l’Osteria del Carnevale sarà ospitata per quest’anno nella taverna quintanara del rione Badia. L’assemblea ha dato mandato al direttivo di valutare per il futuro una differente ubicazione del celebre spazio enogastronomico, in modo da consentire dopo anni il rientro nel centro storico del borgo di Sant’Eraclio. Tra le novità della 63esima edizione della kermesse c’è il rinnovo del sito internet www.ilcarnevale.net che va ulteriormente a qualificare l’offerta social (Facebook e Instagram) dell’ente carnascialesco. Il sito è composto da vari settori, dalle note storiche della rassegna e della frazione folignate ai progetti scuola, oratorio, al laboratorio di giocoleria e danza aerea “Academy Circus”, alla vicenda di Astolfo cavaliere di Foligno che ha partecipato alla manifestazione europea “Decrocher la Lune”. Non manca ovviamente il programma della rassegna, il menù dell’Osteria che verrà costantemente aggiornato e i sei temi dei carri allegorici, i cui lavori sono in corso, oltre alle foto delle passate edizioni. C’è anche un riferimento ai contributi del 5 per mille dell’Irpef, in quanto il Carnevale e un’associazione di volontariato onlus.

Articoli correlati