25.1 C
Foligno
venerdì, Aprile 12, 2024
HomeCronacaCannara, azienda agricola truffata per 100mila euro

Cannara, azienda agricola truffata per 100mila euro

Denunciato un sedicente imprenditore di origini liguri che dopo essersi fatto consegnare 52 tonnellate di prodotti senza pagare la merce ha fatto perdere le proprie tracce

Pubblicato il 15 Febbraio 2024 10:13

Tienimi informato

Rimani sempre aggiornato sui fatti del giorno

Ultimi articoli

Raccolta indiscriminata di prugnoli: maxi sanzione a Foligno

Un cercatore è stato trovato in possesso di ben 230 funghi sotto misura. Fatto analogo a Valtopina, dove i carabinieri forestali sono intervenuti per sequestrare e distruggere il frutto del raccolto

Una “Lettera alla città” per combattere la povertà educativa a Foligno

Il progetto prevede la realizzazione e il potenziamento di iniziative formative che coinvolgeranno una platea di circa 2mila ragazzi tra i 5 e i 14 anni. A promuoverlo la Diocesi in collaborazione con la Fondazione San Domenico da Foligno e la cooperativa Densa

Dieci anni senza Omero Savina: in due incontri il suo amore per la montagna

Valle Umbra Trekking dedicherà alla figura di uno dei punti di riferimento del trekking italiano diverse iniziative. Si parte sabato all'ex chiesa dell'Annunziata per scoprire il significato dei cammini nella storia. Domenica escursione a Pale

Truffata per più di 100mila euro un’azienda agricola di Cannara. A finire nei guai un 51enne di origini liguri, denunciato per truffa aggravata. Secondo quanto emerso dalle indagini condotte dal Comando provinciale dei carabinieri di Perugia, e in particolare dei carabinieri della stazione di Spello, l’uomo, alla fine del 2021, avrebbe architettato la truffa ai danni di un’impresa agricola del territorio cannarese. Il 51enne avrebbe approfittato dell’emergenza pandemica, che aveva costretto le aziende a trovare nuove strategie commerciali, tra cui l’implementazione della gestione digitale del lavoro, per fingere di voler acquistare diverse quantità di ortaggi. Presentandosi come un imprenditore in difficoltà economica, avrebbe chiesto, proprio in virtù di questo suo disagio, la possibilità di pagare la merce a trenta giorni dall’emissione della fattura. Richiesta accettata dall’azienda cannarese, che dopo aver spedito circa cinquantadue tonnellate di prodotti, per un valore complessivo di 100mila euro, non è stata mai pagata dall’uomo, che dopo aver ricevuto la merce si è reso irreperibile. A seguito di quanto detto è dunque scattata la denuncia che ha dato il via ad un’indagine che ha permesso di individuare il responsabile, che è stato quindi deferito alla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Spoleto per il reato di truffa aggravata.

Articoli correlati