11.3 C
Foligno
sabato, Aprile 20, 2024
HomePoliticaPale eoliche, a Nocera Umbra istituita una commissione consiliare

Pale eoliche, a Nocera Umbra istituita una commissione consiliare

Approvato da parte della massima assise cittadina un ordine del giorno che prevede di interloquire con Ministero e Regione in previsione della possibile installazione degli impianti fotovoltaici

Pubblicato il 21 Febbraio 2024 18:18

Tienimi informato

Rimani sempre aggiornato sui fatti del giorno

Ultimi articoli

Gli sbandieratori e musici di Foligno di nuovo in Spagna: esibizione davanti a 40mila turisti

Dopo l’appuntamento di Alcalà de Henares per il “Mercado Cervantino”, seconda trasferta iberica per il gruppo che ha fatto tappa nella regione autonoma di Castilla-La Mancha per partecipare ad uno dei festival storici più importanti del Paese

Il Giro d’Italia arriva a Foligno: raffica di iniziative collaterali

Convegni, incontri, presentazioni di libri, passeggiate in rosa, iniziative per i bambini, pedalate per le vie della città: sono solo alcuni degli eventi previsti per "In giro al Centro del mondo". In programma anche una collaborazione con la Caritas e la realizzazione di un fumetto

Un mese di lavori sulla Orte-Falconara: come e quando cambia il servizio ferroviario in Umbria

La linea sarà interessata da lavori indispensabili sotto il profilo strutturale e tecnologico. Da parte di Trenitalia saranno previsti dei servizi sostitutivi per gli spostamenti

Le pale si possono fare, ma solo nel rispetto degli interessi del territorio. Il consiglio comunale di Nocera Umbra ha votato un ordine del giorno per chiarire la vicenda riguardante le tanto discusse pale eoliche, puntando a essere protagonista nel processo. Negli ultimi giorni l’Appennino umbro è in fermento data la presentazione dei progetti che prometterebbero l’installazione di un gran numero di pale eoliche, data la spinta proveniente dall’Unione Europea che preme perché si realizzi una transizione all’energia green anche e soprattutto per mezzo di progetti di questa natura. Tra gli abitanti dei comuni interessati, i quali hanno fatto ricorso a varie misure per cercare di tutelare il proprio territorio, come la formazione del comitato “Un’altra idea per l’Appennino”, si è creato un diffuso malcontento, generato dal timore di una possibile deturpazione del territorio che avrebbe dei forti effetti negativi, non soltanto per quanto riguarda il danno ecologico che l’installazione della pale porterebbe con sé, ma anche un danno economico, infatti, si rischia di creare un danno irreversibile in particolare per gli interessi legati al turismo, che nella fascia appenninica umbra si è sviluppato e continua a crescere intorno ai concetti di paesaggio naturale e di natura incontaminata. A questo proposito si è espresso il consiglio comunale di Nocera Umbra, quello che rischia di essere maggiormente intaccato a livello paesaggistico dall’installazione delle pale eoliche, che ha preso atto della presenza di quattro progetti riguardanti l’installazione di impianti eolici nel territorio, che si concretizzerebbero nell’installazione di dodici pale, e del fatto che nel caso in cui tali progetti prevedessero l’installazione di impianti inferiori a 30 megawatt le normative vigenti permetterebbero la presentazione di progetti relativi a fonti di energia non fossili al Ministero o alla Regione senza coinvolgere, se non solo a scopo consultivo, gli enti locali, che dunque verrebbero scavalcati. L’amministrazione comunale ha già provveduto a richiedere una riduzione e una variazione del territorio interessato all’attuazione di tali progetti, così da tutelare zone che possiamo ritenere strategiche per il mantenimento e lo sviluppo della realtà nocerina. Oltre a questo, sono già due i progetti giudicati negativamentedall’amministrazione, che trova opportuno, quanto fondamentale, richiedere, nel caso in cui Ministero o Regione impongano l’attuazione dei progetti, un risarcimento al comune e ai cittadini. Dunque il consiglio ha votato un ordine del giorno, con 10 voti a favore, un’astensione e un voto contrario, attraverso cui l’ente, rappresentato dal sindaco Virginio Caparvi e dalla giunta comunale, si impegna a richiedere un confronto urgente con gli uffici competenti della Regione, così che essa in primis possa promuovere un piano energetico con cui le società, come quelle che hanno già proposto i progetti, possano interfacciarsi, evitando di mettere in difficoltà i comuni e a interloquire con gli uffici di Regione e Ministero, così da palesare il disagio creato e le necessità del comune in quanto ente interessato, in modo da evitare che questi vengano calpestati da una volontà più forte che dunque mancherebbe di curare le esigenze palesate dal territorio stesso. Il Comune di Nocera Umbra istituirà anche una commissione consiliare permanente di controllo, che monitorerà l’evolversi della situazione, avvalendosi, se necessario, anche di consulenze esterne, impegnandosi sempre a informare periodicamente il consiglio comunale e quindi la città.

Articoli correlati