12.3 C
Foligno
martedì, Aprile 16, 2024
HomeCronacaEdox ed Hermes, due cani poliziotto nella stazione di Foligno

Edox ed Hermes, due cani poliziotto nella stazione di Foligno

Pubblicato il 17 Gennaio 2024 15:03

Tienimi informato

Rimani sempre aggiornato sui fatti del giorno

Ultimi articoli

In centinaia per dire “no” ai motori sui sentieri

La manifestazione, organizzata dal Cai della regione Umbria, ha coinvolto numerosi cittadini e alcuni esponenti delle istituzioni, che hanno ribadito la contrarietà all’emendamento che liberalizza il transito dei veicoli in montagna

Passaporti, anche a Foligno scattano le nuove modalità

Da mercoledì 17 aprile le prenotazioni, effettuabili solamente online, vedranno gli uffici del commissariato aumentare la loro disponibilità per quanto riguarda giorni e orari. Ecco come fare

Il vino che fa bene all’arte: duemila bottiglie Caprai restaureranno la chiesa di Bevagna

Torna l'iniziativa del produttore montefalchese in favore dei beni culturali del territorio. La speciale etichetta è disegnata dal maestro Luigi Frappi

Anche Edox ed Hermes sono stati protagonisti, negli scorsi giorni, dei controlli della polizia ferroviaria nella stazione di Foligno. I due bellissimi cani pastore in forza alle unità cinofile hanno partecipato ai controlli denominati “Alto Impatto” in corso nella regione Umbria da parte del compartimento della polizia ferroviaria di Ancona. Il personale della polfer ha svolto alcuni controlli nelle stazioni di Foligno e Perugia. Proprio nella città della Quintana sono entrati in azione anche Edox ed Hermes, che hanno coadiuvato gli agenti in servizio. “Questa tipologia di servizi – spiegano dalla polizia – ha come obiettivo anche quello di incrementare la percezione di sicurezza in ambito ferroviario e la fiducia dei cittadini nelle istituzioni”. Muniti di smartphone e metal detector, con la collaborazione, in alcuni casi delle unità cinofile, gli agenti della polizia ferroviaria hanno sottoposto a controllo 231 persone e incentrato la propria azione sulla prevenzione e repressione dei reati in ambito ferroviario, anche riguardo al fenomeno degli imbrattamenti con graffiti ai danni dei convogli lasciati in sosta negli scali.

Articoli correlati