Spoleto, De Augustinis subito al lavoro sul Centro servizi al cittadino: ecco tutte le novità

Obiettivo dichiarato del neo sindaco della città ducale, limitare i tempi di attesa per chi deve usufruire dei servici demografici, certificazioni e permessi Ztl

Palazzo comunale di Spoleto

L’aveva annunciato il giorno dopo l’elezione a sindaco di Spoleto ed ora arriva la conferma: il Centro servizi al cittadino subirà un vero e proprio restyling. Parola di Umberto De Augustinis che, a neanche dieci giorni dal ballottaggio, annuncia l’aumento di personale, l’apertura degli uffici il sabato mattina anche nel mese di luglio e il trasferimento del servizio in nuovi locali. Insomma, “detto, fatto” per il primo cittadino spoletino, che mira così a ridurre i tempi di attesa e si appresta a spuntare la prima voce della lista “impegni mantenuti” rispetto al programma con cui si era presentato alle elezioni. Tornando alle linee d’azione che verranno seguite per ciò che riguarda il potenziamento dell’ex sportello del cittadino, si partirà con l’inserimento - in pianta organica, di due ulteriori unità lavorative e la predisposizione di un avviso di mobilità interno all’Ente per il trasferimento di altro personale allo sportello di palazzo Leonetti Luparini. Poi, come detto, si passerà ad un ampliamento dell’orario di apertura nel mese di luglio, con gli uffici che rimarranno aperti anche il sabato mattina dalle 8.30 alle 13.15, permettendo ai cittadini una maggiore fruizione dei servizi demografici, certificazioni, cambi di indirizzo e immigrazione, carte d’identità, autentica di firme, dichiarazioni sostitutive, permessi Ztl, permessi invalidi, estratti dai registri di stato civile e buoni mensa. Ultimo step il trasferimento degli uffici nella precedente sede di via Bussetti. Trasferimento che per il sindaco De Augustinis dovrà avvenire in tempi rapidi, come sottolineato nell’incontro che si è tenuto martedì pomeriggio, a Palazzo comunale, con il direttore amministrativo della Comunità montana dei Monti Martani, Serano e Subasio, Marco Vinicio Galli, ed il commissario liquidatore Domenico Rosati. A questo proposito - fanno sapere dall’Ente comunale -l’interlocuzione sarà estesa anche alla Regione Umbria.

Logo rgu.jpg

di Redazione

Aggiungi un commento