17 C
Foligno
sabato, Aprile 13, 2024
HomeAttualitàLa sfida di Antonio Baldaccini: 200 euro ai dipendenti che correranno la...

La sfida di Antonio Baldaccini: 200 euro ai dipendenti che correranno la Maratona

Pubblicato il 24 Novembre 2017 20:13

Tienimi informato

Rimani sempre aggiornato sui fatti del giorno

Ultimi articoli

La nave di Festa di Scienza e Filosofia verso l’attracco: tocca a Fabbri e Battiston

Ventidue le conferenze in agenda per l’ultima giornata, quella di domenica, ma anche tanti laboratori ed eventi ad attendere il pubblico. A poche ore dalla chiusura superate le 10mila prenotazioni: si sta per chiudere un'edizione straordinaria dedicata al Mediterraneo

Non rispetta la semilibertà: trentacinquenne sconterà i tre anni di pena in carcere

L'uomo originario dell'Ecuador era residente a Spello, ma è stato trovato dai carabinieri ubriaco a Bastia Umbra. Per lui si sono aperte le porte del carcere di Spoleto

Elezioni, a Campello sul Clitunno il centrodestra sceglie Fabiana Grullini

L'attuale consigliere comunale del Gruppo misto aveva già rivestito il ruolo di assessore nel 2019 con l'attuale giunta guidata da Maurizio Calisti. Le prime parole: "Con me squadra che rappresenta sensibilità e professionalità"

Bonus di 200 euro netti ai primi 50 dipendenti che in 365 giorni da oggi correranno e finiranno una maratona. Così, in collaborazione con Atletica Winner, il ceo di UmbraGroup getta il guanto di sfida ai 705 collaboratori dell’azienda per l’anno 2018: “Al rientro dalla maratona di New York, ovvero la maratona per antonomasia – afferma Baldaccini – ho pensato che ogni azienda potrà affrontare sfide e aggredire nuove opportunità solo se ci sarà un gruppo di persone che con visione, passione e determinazione vorranno vivere al di fuori delle zone di comfort”. Sulla scia di quanto sosteneva il filosofo Socrate “se vuoi muovere il mondo, muovi te stesso per primo”, Antonio Baldaccini ha deciso di promuovere questa iniziativa per dare il proprio input ai dipendenti che hanno voglia di mettersi in gioco per raggiungere un obiettivo ambizioso. Il primo a dare l’esempio è lo stesso ceo, che ha già completato l’iscrizione alla maratona di Parigi, che si terrà l’8 aprile 2018. Una sfida questa, che va pianificata e approcciata con la dovuta consapevolezza. Per questo, Antonio Baldaccini si lascia andare ad alcuni suggerimenti sulla modalità di avvicinarsi alla corsa agonistica, partendo dall’incontro con un preparatore e un nutrizionista. Il campo che ha scelto l’amministratore delegato di UmbraGroup è la corsa perché rappresenta per lui un modo per rilassarsi, dimenticare per un attimo gli impegni e la frenesia quotidiana per dare spazio e slancio alla sua creatività. È quindi un modo per scaricare l’ansia e la tensione ed avere una forte carica motivazionale. Chiaramente c’è anche un risvolto fisico, cioè la perdita peso, che porta con sé una maggiore serenità. “Quando concludo una lunga distanza sono più carico per affrontare con maggiore determinazione le sfide lavorative e per lanciare nuove sfide ai miei collaboratori” racconta con grande slancio. Ma perché lanciare questa iniziativa in azienda? “Vorrei che tutti possano provare quell’insieme di emozioni, quel misto di dolore e piacere, che soltanto la preparazione ad un viaggio di 42 chilometri offrono. Durante la maratona di New York ho avuto modo di riflettere molto. Per cambiare la cultura aziendale prima di tutto dobbiamo cambiare noi, facendo cose che gli altri non fanno – afferma Baldaccini -. Essere leader significa pensare da numeri due prendendo decisioni da numeri uno. Una mentalità vincente e sfidante ce l’hai solo se prima di tutto sfidi te stesso e i tuoi stessi limiti”. Coinvolto nell’iniziativa l’avvocato Gian Luca Mazzocchio, presidente dell’Atletica Winner Foligno che si dichiara “entusiasta del progetto e del suo coinvolgimento in qualcosa che possa essere da esempio per altre realtà imprenditoriali: il benessere della persona determinato dai sani stili di vita sono un valore aggiunto per se stessi e per la società. Il dottor Baldaccini – conclude Mazzocchio – non nuovo ad esperienze innovative, dimostra ancora una volta l’attenzione per i suoi dipendenti e per il sociale e pertanto sa di trovarmi pronto ad ogni iniziativa di tale tipo con il supporto tecnico della Atletica Winner”. 

Articoli correlati