10.6 C
Foligno
lunedì, Aprile 22, 2024
HomeAttualitàFoligno, l'ex scuola di Capodacqua diventerà un fulcro per turismo e servizi...

Foligno, l’ex scuola di Capodacqua diventerà un fulcro per turismo e servizi socio-assistenziali

Pubblicato il 16 Marzo 2018 11:57

Tienimi informato

Rimani sempre aggiornato sui fatti del giorno

Ultimi articoli

Cade e batte la testa: 47enne portato in ospedale per un trauma cranico

L’episodio nella mattinata di lunedì 22 aprile in viale Firenze: l’uomo stava scaricando un escavatore quando ha perso l’equilibrio. Dopo aver valutato un suo trasferimento in ospedale con l’elisoccorso, l’uomo è stato portato al “San Giovanni Battista”

Violenza di genere, al Commissariato di Foligno una stanza dedicata alle vittime

In via Garibaldi allestito uno spazio per le audizioni protette, frutto della sinergia tra polizia e Soroptimist International Club Valle Umbra. Il questore Lamparelli: “Un fenomeno sommerso che richiede una grande opera di sensibilizzazione e azioni preventive”

Chiesa di Foligno in lutto per la morte di monsignor Dante Cesarini

Ordinato presbitero nel 1960, il sacerdote è stato assoluto protagonista della vita culturale e della formazione teologica della Diocesi di Foligno: per diciassette anni è stato direttore della biblioteca “Jacobilli”

Sul piatto ci sono dai trenta ai centomila euro. A metterceli è il Gal Valle Umbra e Sibillini che, insieme al Comune di Foligno, è pronto a rilanciare l’ex scuola elementare e materna di Capodacqua. Un palazzo storico risalente al 1600 completamente ristrutturato dopo il terremoto del 1997 ed inaugurato lo scorso 1° ottobre. L’edificio, disposto su tre piani, porta il nome dello storico fisarmonicista Luciano Fancelli ed ha una superficie complessiva di 700 metri quadri, disponendo inoltre di un ampio spazio verde all’esterno. L’ex scuola della frazione montana di Capodacqua è quindi in cerca di rilancio, con Comune e Gal che sono pronti ad emettere un bando per l’individuazione di partner privati che possano mettere in piedi attività e servizi turistici, “volti principalmente – spiegano i due enti – alla valorizzazione e promozione del patrimonio naturale e storico-culturale della Valle del Roveggiano e dell’area montana circostante”. Insieme a ciò, i gestori dovranno puntare anche sulla promozione dei prodotti e delle attività rurali, insieme alla fruibilità e all’accesso alla rete sentieristica. Ma anche altre potranno essere le attività da sviluppare all’interno dell’ex scuola di Capodacqua. E’ il caso dei servizi legati alla formazione professionale, con preferenza per i settori legati al mondo rurale ed agroalimentare, passando poi all’assistenza socio-sanitaria e alla cura delle fasce di popolazione più anziane. “Una prima iniziativa culturale – propongono Comune e Gal – potrà riguardare la progettazione e la realizzazione di uno spazio museale dedicato a Luciano Fancelli”. A farsi avanti potranno essere fondazioni, cooperative sociali, associazioni o società di servizi. Come detto, il finanziamento del Gal andrà dai 30mila ai 100mila euro e potrà coprire anche il 100% della spesa ammessa al finanziamento. Non resta dunque che attendere l’effettiva pubblicazione del bando. Da lì, gli interessati avranno sette giorni di tempo per inoltrare le domande.

Fabio Luccioli
Fabio Luccioli
Direttore di Radio Gente Umbra e Gazzetta di Foligno

Articoli correlati